I vigili chiamano il carro attrezzi, ma l'autista arriva ubriaco

Multa a un motociclista con sequestro del veicolo: ma quando il carro attrezzi è arrivato, i vigili si sono accorti che l'autista aveva bevuto un po' troppo

Vicenda surreale, lunedì mattina, in via Brigata Liguria, dove gli uomini della Polizia Locale hanno contestato a un motociclista un'infrazione al codice della strada che prevedeva anche il sequestro del veicolo. Dunque, per completare l'operazione, dopo aver compilato i verbali, gli agenti hannno chiesto l'intervento di un carro attrezzi. E fin qui, nulla di strano.

Ma quando il mezzo di soccorso è arrivato sul posto, l'autista era in stato di ebbrezza: i vigili se ne sono accorti dopo che l'uomo aveva caricato la moto, dai suoi movimenti e dallo sguardo. E dunque lo hanno sottoposto al controllo etilometrico tramite il pretest in dotazione. L'uomo è risultato effettivamente positivo. Per precauzione, è stato richiesto l'intervento di un veicolo dotato di etilometro, che ha confermato lo stato di ebbrezza. 

Alla ditta di rimozioni proprietaria del carro attrezzi non è rimasto che inviare un altro autista per recuperare il mezzo, rimasto senza guidatore.

Potrebbe interessarti

  • Cenare sul mare: 5 ristoranti da provare a Genova e dintorni

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • La "graziosa" con gli occhi grandi color di foglia di De André è esistita davvero

  • Perché a Genova per indicare un debito si dice "puffo"?

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Staglieno, operata la 45enne sopravvissuta

  • Tragico schianto a Dinegro, morto automobilista

  • Cenare sul mare: 5 ristoranti da provare a Genova e dintorni

  • Schianto a Staglieno: morto un uomo, una donna gravissima

  • Incendio all'ultimo piano di un palazzo, abitanti in fuga dalle scale

  • Da Castelletto a Sampierdarena, ciak si gira per Alessandro Preziosi

Torna su
GenovaToday è in caricamento