Aggressione a Marassi, detenuto si scaglia contro medici e un poliziotto

L'uomo si trovava in infermeria quando ha dato in escandescenze aggredendo prima il personale medico e poi la guardia penitenziaria intervenuta per riportare la calma

Ancora un episodio di violenza nel carcere di Marassi, dove un detenuto accompagnato in infermeria si è scagliato contro il personale medico e poi con il poliziotto intervenuto per cercare di riportare la calma.

La denuncia arriva dal Sappe (Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria), che ha sottolineato come il detenuto «alla fine sia riuscito nel suo intento di farsi ricoverare presso l’ospedale cittadino, mentre il poliziotto è stato condotto al pronto soccorso per accertamenti». 

«Questo ennesimo episodio di violenza - commenta il sindacato - è un ulteriore elemento che giustifica il nostro sit in di protesta già organizzato per il 9 novembre davanti all’istituto di Marassi. È inconcepibile osservare inermi a questi episodi che coinvolgono la Polizia Penitenziaria diventata un bersaglio per le lamentele o richieste della popolazione». 

Negli ultimi mesi, stando ai dati elencati da Michele Lorenzo, segretario regionale del Sappe, nelle carceri liguri si sono verificate 2 evasioni, 4 suicidi e una trentina di aggressioni al personale.

Potrebbe interessarti

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

  • Cannelli di zolfo: un antico rimedio naturale "made in Liguria" contro il torcicollo

  • I genovesi sono davvero tirchi? Tre barzellette per scherzare su questa "leggenda metropolitana"

I più letti della settimana

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Lanciano monetine al concerto di Salmo, il rapper: «Ci stiamo divertendo, chi è che ha pagato il biglietto per disturbare?»

  • Pomeriggio a base di ketamina per due ventenni

  • Bastonate al cane, smettono per le urla dei residenti

Torna su
GenovaToday è in caricamento