Sanzionato circolo privato a Carasco, concerti abusivi e clienti senza tessera

La titolare dell'Acli è stata denunciata dai carabinieri e dalla guardia di Finanza. Per la 56enne è arrivata anche una multa da 5300 per l'assenza del registratore di cassa nel locale

I carabinieri e la guardia di Finanza hanno denunciato una 56enne di Carasco per l'apertura abusiva di luogo di spettacolo senza licenza. La donna, presidente di un circolo privato, nei giorni scorsi ha aperto, senza licenza, un locale di pubblico spettacolo, permettendo l'ingresso anche a persone non tesserate.

Nel locale, di fatto, si somministravano cibi e bevande indistintamente anche ai non soci, svolgendo così, in tutto e per tutto, una funzione di bar aperto al pubblico, ma con prezzi più bassi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante il controllo i militari hanno anche strappato alla titolare un verbale da 5300 euro per omessa installazione del misuratore fiscale, omessa comunicazione della rilevazione acustica ed esercizio di spettacolo senza licenza dell’autorità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Restate a casa»: nel giorno più nero per i decessi, il San Martino pubblica il 'meme' con le bare e scoppia la polemica

  • Coronavirus, ecco come fare domanda per i buoni spesa

  • Coronavirus, 2 milioni di mascherine. Toti: «Saranno distribuite gratis tramite edicole, farmacie e volontari»

  • Coronavirus e affitto: cosa succede per inquilino e proprietario

  • Passeggiate con i bimbi, è polemica. Il post del medico fa il giro del web: «Ecco perché è meglio di no»

  • Coronavirus, lo studio: «Ecco quando dovrebbe azzerarsi il contagio»

Torna su
GenovaToday è in caricamento