Raid notturno di Campanella al canile, il consigliere scavalca ed entra: arriva la polizia

Il capogruppo di Fratelli d'Italia a Tursi si è presentato agli ingressi della struttura comunale per «verificare le condizioni dei cani», bypassando i cancelli chiusi perché «preoccupato per la salute degli animali»

Un blitz nel cuore della notte per «verificare le condizioni» del canile municipale di Monte Contessa: Alberto Campanella, consigliere comunale (è capogruppo di Fratelli d’Italia) e avvocato (come ha lui stesso sottolineato durante l'incursione) si è presentato intorno alle 23 di giovedì sera alle porte della struttura comunale che sorge sulle alture di Sestri Ponente, ha incaricato chi lo accompagnava di riprendere tutto in diretta e poi ha scavalcato il cancello perché «al citofono non risponde nessuno e l’ingresso è chiuso».

Ripreso passo passo nella sua incursione, Campanella (che si è sempre proclamato un fervente sostenitore dei diritti degli animali) si è avventurato all’interno del canile con una torcia, si è avvicinato alle gabbie e poi è scoppiato in lacrime alla vista dei cani, scusandosi in seguito per «la crisi di nervi». Il tutto mentre gli animali, prevedibilmente, iniziavano ad abbaiare e ad agitarsi nell’accorgersi dell’intruso.

Blitz di Campanella al canile. Video

Alla base del blitz, stando a quanto dichiarato da Campanella, la volontà di verificare il modo in cui i cani sono accuditi e tenuti e misurare la temperatura interna: «Qui c’è freddissimo, e i cani sono tenuti al gelo, senza riscaldamento», ha detto rivolto alla videocamera. Poi le urla: «Sono il consigliere Campanella, sono qui per fare un'ispezione notturna, c’è nessuno?».

Pochi minuti dopo il suo ingresso nel canile, sul posto sono arrivate le volanti della polizia e la presidente e la vice presidente dell’associazione Una, che ha in gestione la struttura attraverso bando: Campanella, che pochi minuti prima aveva ribadito che «io sto qui dentro, e se ho commesso un reato ne rispondo», è stato invitato a uscire e a spiegare la situazione agli agenti. 

«Non mi è stato concesso di entrare, sono entrati solo gli agenti della polizia Giudiziaria - ha spiegato il consigliere in un nuovo video postato una volta dentro la sua auto - Ma a questo punto non mi interessa più sapere cosa c’è perché dopo tre ore il custode potrebbe avere messo a posto tutto. Sono ipotesi, vedremo cosa succederà, io sono qui per tutelare il benessere dei nostri amici a quattro zampe». 

Oltre alle volanti e alla Giudiziaria, al canile sono arrivati anche gli agenti della Digos e la Municipale, un dispiegamento di forze che di fatto non ha però portato alla luce alcun tipo di irregolarità all’interno della struttura. Campanella non avrebbe comunicato le sue intenzioni neppure al Comitato Tecnico Scientifico per il benessere degli animali, di cui lui stesso fa parte insieme con i consiglieri Francesco De Benedictis e Maria Tini. Dal punto di vista legale, comunque, nessun provvedimento è stato adottato, in quanto non risulterebbe alcuna fattispecie di reato passibile di denuncia.

La replica dell'assessore Campora: «Nessuna comunicazione formale di quanto accaduto»

Interpellato sulla questione, l'assessore all’Ambiente, Matteo Campora, ha così replicato: «A oggi non ho ricevuto alcuna comunicazione formale circa i fatti accaduti, se non un passaparola, pertanto non sono in grado di commentare. L’unica questione che interessa all’assessorato è il benessere degli animali quindi, a prescindere da quanto avvenuto, la direzione ambiente ha dato incarico all’Asl (soggetto preposto per legge), come avviene già periodicamente di effettuare un accesso e di verificare eventuali criticità e, se ritenuto, di prendere tutte le iniziative del caso e previste per legge. Peraltro la scorsa settimana si è riunito, dopo molti anni di fermo attività, il Comitato Tecnico Scientifico previsto dal regolamento per il benessere degli animali, di cui fanno parte esperti, nonché i consiglieri Campanella, De Benedictis e Tini, con il compito di intervenire laddove ci fossero criticità, verrà convocato di nuovo invitando  tutti i componenti a condividere tutte le informazioni utili per garantire al meglio il benessere degli animali infatti tale comitato è stato riattivato su iniziativa dell’assessorato e del consiglio comunale  proprio con questa finalità avendo compiti di programmazione e vigilanza. Non ho altro da aggiungere se non che siamo tutti impegnati a lavorare al meglio e laddove ci vengono fatte segnalazioni interveniamo subito. Pensiamo al futuro e a come spendere al meglio le risorse del 2019 provenienti da lasciti (circa 300.000 euro) che permetteranno di migliorare sempre di più il nostro canile, siamo già in pista con le associazioni e il comitato su come investirli».

L'associazione Una: «Sotto choc, gesto assurdo e violento»

Il riferimento è all’associazione Una, la cui presidente, Gilda Guardascione, ha partecipato all’ispezione della giudiziaria e venerdì mattina ha chiamato a raccolta tutti i collaboratori per cercare di capire di fatto cosa sia accaduto nella notte: «Siamo tutti sotto choc - fanno sapere dal canile - Non abbiamo ancora capito cosa volesse trovare il consigliere Campanella, che è stato più volte invitato a venire in canile. Ovviamente durante il giorno: un’incursione notturna come la sua, pubblicizzata sui social, mette a rischio l’incolumità di tutti i cani. A chiunque potrebbe venire in mente di farlo, dal malintenzionato al vandalo, ed è questa al momento la nostra principale preoccupazione. Siamo in costante contatto con Asl e Comune».

In mattinata, l'associazione ha quindi diffuso una nota ufficiale su quanto accaduto: «Il gesto assurdo e violento di Campanella si commenta da solo e su di esso procederà l'autorità giudiziaria. Per quanto ci riguarda possiamo solo dire che è quanto di più distante ed alieno all'amore per gli animali . A noi appare solo un atto sconclusionato di una persona che non conosce affatto il mondo che gravita intorno alla protezione degli animali, e che forse è solo in cerca di visibilità».

«I cani qui sono curati, coccolati, stanno al caldo e in salute, ma la vittoria per noi è trovare per ciascuno di loro una casa ed una famiglia che li accolga - prosegue il direttivo dell'associazione - Purtroppo un solo gesto isolato privo di senso rischia di offuscare il lavoro silenzioso di centinaia di persone che 'si sporcano le mani' e che lo fanno lontano dai riflettori, tutti i giorni, anche a natale a capodanno tutti i sabati e le domeniche. Organizzeremo un evento che dia luce alla parte migliore più sana concreta ed utile del mondo animalista e sarà l'occasione per ringraziare e dare sostegno anche a tutte quelle persone che hanno preso in affido cani la cui procedura di adozione è spesso complessa lunga e dagli esiti incerti ma che non mollano, loro si per amore per gli animali».

Potrebbe interessarti

  • La curiosità: la moglie di Oscar Wilde è sepolta a Genova

  • La leggenda dei sabba delle streghe tra Mignanego e Savignone

  • Il fantasma "maleducato" delle Mura dello Zerbino

  • Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

I più letti della settimana

  • Tragedia a Busalla, donna incinta trovata morta in casa

  • Weekend lungo di Ferragosto a Genova e provincia: fuochi d'artificio, sagre, cultura e tanto altro

  • Scossa di terremoto avvertita anche in Liguria

  • Pensionata scomparsa da Sampierdarena, ritrovata dopo 24 ore di ricerche

  • Litigio tra ubriachi sulla spiaggia di Voltri, paura tra i bagnanti

  • Tentata rapina a Bolzaneto, giovane turista accoltellata davanti al figlio

Torna su
GenovaToday è in caricamento