Cercasi cuccioli da far diventare cani poliziotto

Il Ministero dell'Interno, nonostante sia stato avvisato dall'Amministrazione a livello locale di questa mancanza, a oggi non ha reperito fondi per l'acquisto di unità cinofile da destinare all'antiesplosivo della polizia di Frontiera di Genova

«Continuiamo nella nostra saga di racconti che sembrano degni di un paese ormai allo sbando, ma purtroppo questo sta seriamente accadendo in Italia. Le unità cinofile antiesplosivo della polizia di Frontiera di Genova non sono funzionanti perché dallo scorso mese di giugno a oggi, il Dipartimento di Pubblica Sicurezza non è stato in grado di acquistare cani da destinare al personale conduttore in forza a Genova».

Inizia così l'intervento del leader genovese del Coisp, sindacato indipendente di polizia, Matteo Bianchi, sull'ennesima grave carenza del sistema sicurezza nel nostro paese. «Siamo letteralmente al paradosso perché, a quanto sembra, il Ministero dell'Interno, nonostante sia stato avvisato dall'Amministrazione a livello locale di questa mancanza, a oggi non ha reperito fondi per l'acquisto di unità cinofile da destinare all'antiesplosivo della polizia di Frontiera di Genova che operano sia sullo scalo marittimo che aereo della città e che all'occorrenza vengono impiegati anche nei porti delle altre Province Liguri. Ora che nel Mondo intero vi è un livello di Sicurezza più elevato per paura di attacchi da parte dell'Isis, la Frontiera di Genova (che riceve voli dalla e per la Turchia, navi in arrivo/partenza per il Nord Africa) risulta totalmente sprovvista di un essenziale e insostituibile aiuto portato dal fiuto di questi cani che scoverebbero degli eventuali materiali esplosivi».

Ancora Bianchi: «Considerato che questo Governo sembra sempre più attento al risparmio che alla Sicurezza del paese e dei propri cittadini, il Coisp vuole lanciare un vero e proprio messaggio. Chiunque volesse donare un cane razza Labrador o similare (più adatti alla ricerca di materiale esplosivo) può inviare una mail all'indirizzo genova@coisp.it in modo e maniera da mettere in contatto i conduttori cinofili con eventuali donatori, per permettere, tramite canali ufficiali, l'addestramento all'attività operativa di eventuali quadrupedi donati».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoranti di Genova proposti dalla Guida Michelin 2020

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

  • Pentema diventa un set per il film "Mondi Paralleli"

  • Referendum per il taglio dei parlamentari: come e quando si vota

  • Coronavirus, Viale: «Negativi i test sulle persone esaminate al San Martino»

  • Ladro entra in casa nella notte: 17enne difende la sorellina e lo mette in fuga

Torna su
GenovaToday è in caricamento