In arrivo ondata di caldo torrido: timori per il 28 giugno

Venerdì è il giorno in cui verranno fatte esplodere le pile 10 e 11 di quanto resta del Morandi, ed è anche il giorno in cui si prevede che le temperature superino di parecchio i 30 gradi

Nuova giornata all’insegna del caldo anche a Genova, dove ormai da qualche giorno l’estate è ufficialmente scoppiata portando con sé temperature che sfiorano i 30 gradi. E proprio alla luce delle previsioni, il ministero della Salute ha diffuso per Genova un bollettino delle ondate di calore in cui si prevede per oggi un bollino giallo, che fa scattare la pre-allerta.

Il progetto Ondate di calore, infatti, prevede che il Ministero diffonda bollettini per le diverse città italiane che evidenziano eventuali pericoli per la salute legati alle alte temperature. I livelli sono 4: il verde, quello che non desta preoccupazione, poi il giallo, quello di pre-allerta, appunto, che indica “condizioni meteorologiche che possono precedere il verificarsi di un'ondata di calore”, e poi l’arancione e il rosso.

Questi ultimi due sono i più elevati: il primo comporta temperature elevate e condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute della popolazione, in particolare tra le fasce più sensibili, il secondo, condizioni a elevato rischio che persistono per 3 o più giorni consecutivi. 

Che l’ondata di caldo sia arrivata anche in Liguria è stato confermato anche da Arpal, che ha reso noto che alle 7 di martedì mattina a IMperia si sono registrati 30.1 gradi. Significativo, fa notare Arpal, anche il dato relativo alla minima più bassa della notte, registrata ai 1520 metri di Pratomollo, comune di Borzonasca, provincia di Genova: ben 12.2. Tra le minime più alte da segnalare 26.1 a Corniolo (La Spezia), 23.0 a Cenesi (Savona), 25.8 a Genova Centro Funzionale ( e sempre nel genovese 25.1 a Cavi di Lavagna).

A oggi nessuna città ha ancora toccato i livelli più alti, ma mercoledì 26 giugno - e i giorni successivi - la situazione muterà: già per mercoledì diverse città hanno ricevuto il bollino arancione, giallo a Genova. La preoccupazione più grande, però, riguarda venerdì 28 giugno, giorno in cui sono previste le temperature più alte e in cui la città affronterà l’esplosione del ponte Morandi e l’evacuazione di oltre 3mila persone.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scooter contro auto della polizia, un morto

  • Schianto in via Cadighiara, Luca non ce l'ha fatta: donati gli organi

  • Accensione riscaldamento 2019: quando si azionano i termosifoni a Genova

  • I migliori eventi del weekend a Genova e dintorni: Rolli Days, Giornate FAI, Columbus Day, Notte Bianca dei Bambini, sagre e tanto altro

  • Morta dopo caduta sul bus, chiesto processo per autista e automobilista

  • Staglieno, si rompe un tubo dell'acqua: strada chiusa e traffico in tilt

Torna su
GenovaToday è in caricamento