Cadavere in mare a Voltri, ancora nessuna identificazione

La Squadra Mobile della Questura sta ancora cercando di dare un nome all'uomo ritrovato privo di vita a una cinquantina di metri dalla spiaggia mercoledì mattina

Resta ancora senza nome l'uomo ritrovato privo di vita mercoledì mattina nelle acque davanti alla spiaggia di Voltri, nel ponente genovese.

L'autopsia ha confermato che la causa della morte è un colpo di pistola alla testa, che con tutta probabilità l'uomo si sarebbe autoinflitto. Si tratterebbe dunque di un suicidio, ma a oggi nessuno ha denunciato la scomparsa dell'uomo e dall'analisi delle impronte digitali non è emerso nessun riscontro.

L'età dell'uomo, inizialmente stimata intorno ai 55 anni, dovrebbe essere compresa tra i 60 e i 65 anni. Al momento della morte indossava un paio di jeans e un giubbotto scuro, e non aveva altre ferite oltre a quella risultata mortale. La Squadra Mobile della questura di Genova ha già attivato tutte le procedure necessarie per arrivare a un'identificazione, inserendo il dna nel database e contattando le questure per capire se ci siano state segnalazioni di scomparsa in altri Comuni.

Il fatto che il corpo dell'uomo fosse in acqua da meno di due ore, al momento del ritrovamento, lascia pensare che possa esserci finito in un tratto compreso tra Voltri e Pra': gli inquirenti invitano chiunque possa averlo visto, mercoledì mattina o nelle ore precedenti, a contattarli per fornire informazioni che potrebbero essere utili per l'identificazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è un secondo caso alla Spezia

  • Apre nuovo centro per anziani a Genova, 50 assunzioni

  • Schianto mortale a Pra', lutto per la scomparsa di Luca

  • Coronavirus, altri casi in Liguria: sono 16 in totale

  • Curiosità sui quartieri di Genova: perché Quarto e Quinto si chiamano così?

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

Torna su
GenovaToday è in caricamento