Morta dopo un bypass gastrico, 800mila euro di risarcimento alla famiglia

La donna, 43 anni, era stata operata nel 2014 al Galliera per trattare l'obesità patologica. Nel corso dei due anni successivi, a causa di complicanze, è stata operata altre 10 volte, sino al decesso

Una donna di 43 anni è morta dopo essere stata sottoposta a una serie di interventi chirurgici che si sono resi necessari per complicanze dovute a un bypass gastrico. È successo all’ospedale Galliera, e a renderlo noto sono stati gli avvocati della famiglia, che è stata risarcita con 800mila euro.

Gli avvocati hanno confermato che la donna si era sottoposta a un intervento di bypass gastrico nel marzo 2014 per trattare l’obesità patologia da cui era affetta. L’intervento era stato eseguito dallo staff del reparto di chirurgia generale ed epatobiliare del Galliera, ma la donna due anni dopo, il 18 settembre 2016, è deceduta.

Per i legali della famiglia, le complicanze dell’intervento furono «negligentemente sottovalutate», e in seguito all’intervento la 43enne fu sottoposta a 10 interventi, 9 dei quali eseguiti al Galliera e 6 nell’arco di solo due mesi e mezzo, che nel settembre 2016 hanno portato al decesso. L’ospedale Galliera, dopo gli incontri con avvocati e familiari della donna, ha stabilito un risarcimento di 800mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è un secondo caso alla Spezia

  • Apre nuovo centro per anziani a Genova, 50 assunzioni

  • Schianto mortale a Pra', lutto per la scomparsa di Luca

  • Coronavirus, altri casi in Liguria: sono 16 in totale

  • Curiosità sui quartieri di Genova: perché Quarto e Quinto si chiamano così?

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

Torna su
GenovaToday è in caricamento