Mezzi gratis, fine dell'esperimento: per gli abbonati viaggi sul "trenino". Ed è polemica

Per adesso Amt non prevede rimborsi in denaro o estensione degli abbonamenti, ma potrebbero essere emessi carnet, magari sulla ferrovia Genova - Casella: scelta contestata

Viaggi gratis sulla ferrovia Genova - Casella per chi ha un abbonamento Amt mensile o annuale, in modo da “rimborsarli” in qualche modo delle due settimane in cui i mezzi pubblici sono stati gratuiti per andare incontro all’emergenza viabilità generata dalla parziale chiusura dell’A26.

L’ipotesi, avanzata dall’amministratore unico di Amt, Marco Beltrami, arriva nella giornata in cui i mezzi pubblici - non solo bus, dunque, ma anche metro e impianti speciali - sono tornati a pagamento. E in cui si tirano le fila di 13 giorni che serviranno anche per studiare costi e benefici della gratuità del trasporto pubblico. La risposta dei genovesi, infatti, è stata positiva: i passeggeri sono aumentati tra il 10 e il 15% e hanno mostrato di apprezzare il servizio, chiedendo però miglioramenti dal punto di vista della puntualità e della frequenza delle corse: «Il sistema ha retto - ha confermato Beltrami - anche grazie al potenziamento dell'organico in servizio».

Qualche protesta è arrivata, appunto, dai titolari di abbonamento, che hanno chiesto una qualche compensazione per le due settimane in cui sono stati di fatto gli unici a pagare il biglietto, ma da Amt al momento non è previsto alcun rimborso economico né estensione della durata degli abbonamenti, quanto piuttosto compensazioni per l’utilizzo di altri mezzi, come per esempio la Genova-Casella. 

«Crediamo nel valore della fidelizzazione dei nostri abbonati e quindi vogliamo in un certo modo ringraziarli per la pazienza che hanno avuto durante questo periodo. In assoluto non riteniamo che siano stati danneggiati in quanto, anzi, i servizi sono stati potenziati rispetto alla norma - ha aggiunto Beltrami - Effettueremo alcune azioni di fidelizzazione piuttosto forti nei confronti dei nostri abbonati, fra le quali l’esempio della ferrovia Genova Casella costituisce una possibilità tre le tante che stiamo pensando di realizzare».

Dal punto di vista dei costi, però, il bilancio è pesante. La partecipata del Comune ha perso qualcosa come 80-90mila euro al giorno derivanti dallamancata bigliettazione, cifra che moltiplicata per 13 giorni fa oltre un milione di euro che non sono entrati nelle casse dell’azienda. Difficile, dunque, che il sogno del sindaco Marco Bucci di rendere il trasporto pubblico gratuito definitivamente possa essere attuato in tempi brevi.

Qualche speranza in più, invece, sul rendere gratuite determinate linee che coprono la città. A oggi, comunque, sia Amt sia il Comune attendono risposte dal governo in merito ai finanziamenti statali che potrebbero essere utilizzati per rientrare del milione di euro perso nelle ultime settimane.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto in via Siffredi, muore 27enne

  • Tragico malore sul bus, muore 38enne

  • Scalinata Borghese restituita alla città: ecco com'è diventata

  • "Gelatina" di Genova è la migliore gelateria emergente d'Italia per Gambero Rosso

  • Schianto in via Siffredi, il giallo sulla morte di Burim

  • Addio a Giovanni Filocamo, è morto il "matematico curioso"

Torna su
GenovaToday è in caricamento