Spaccio in centro storico: dopo l'esposto dei residenti arriva Brumotti

L'inviato di Striscia la Notizia, a bordo della sua ormai celebre mountain bike, ha esplorato i vicoli per documentare un fenomeno che è ormai diventato una vera e propria piaga

Lo hanno avvistato pedalare per gli stretti vicoli del centro storico a bordo della sua inseparabile mountain bike, impegnato a documentare quello che in centro storico è diventata una vera e propria piaga che ha spinto i residenti a presentare anche un esposto in procura.

Lui è Vittorio Brumotti, inviato di Striscia la Notizia e volto noto per i diversi servizi incentrati sulle piazze di spaccio italiane. È arrivato martedì, e ha esplorato i caruggi per osservare da vicino un fenomeno che nella città vecchia del capoluogo ligure è profondamente radicato.

Ancora top secret la data di messa in onda, ma il 38enne di Finale Ligure, complice anche la bici, non è ovviamente passato inosservato. Una risposta mediatica a quanto denunciato da circa 300 residenti del centro storico, che la scorsa settimana hanno firmato un esposto inviato alla Procura di Genova e inoltrato anche al ministro dell’Interno Matteo Salvini: «Spacciatori, tossicodipendenti e alcolizzati molestano abitanti e turisti, che vengono sistematicamente minacciati con il gesto di " ti taglio la gola”», scrivono gli abitanti di piazza delle Vigne, piazza dei Greci, piazza San Sepolcro, vico Mele, via San Luca, vicoli in cui lo spaccio avviene alla luce del sole, anche sotto gli occhi delle telecamere installate appositamente per fare da deterrente. 

La richiesta è una sola: un presidio fisso delle forze dell’ordine per dare un ulteriore giro di vite alla rete di spaccio in cui il centro storico è imprigionato. Sulla questione è intervenuto proprio il procuratore capo Francesco Cozzi, che si è detto disponibile a organizzare riunioni periodiche con i rappresentati di Comune e forze dell’ordine per organizzarlo.

Potrebbe interessarti

  • Cenare sul mare: 5 ristoranti da provare a Genova e dintorni

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • La "graziosa" con gli occhi grandi color di foglia di De André è esistita davvero

  • Perché a Genova per indicare un debito si dice "puffo"?

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Staglieno, operata la 45enne sopravvissuta

  • Tragico schianto a Dinegro, morto automobilista

  • Cenare sul mare: 5 ristoranti da provare a Genova e dintorni

  • Schianto a Staglieno: morto un uomo, una donna gravissima

  • Incendio all'ultimo piano di un palazzo, abitanti in fuga dalle scale

  • Da Castelletto a Sampierdarena, ciak si gira per Alessandro Preziosi

Torna su
GenovaToday è in caricamento