Ubriaco in pieno giorno, picchia una ragazza e aggredisce la polizia

Intorno alle 13, intervento degli agenti davanti alla stazione, dove un 41enne visibilmente alterato ha preso a calci e pugni una giovane; portato in questura, è stato arrestato

Attimi di paura ieri pomeriggio nei dintorni della stazione di Brignole, dove un uomo completamente ubriaco si è accanito contro una ragazza scaraventandola a terra e prendendola a calci per poi scagliarsi contro i poliziotti intervenuti per bloccarlo.

Tutto è successo poco dopo le 13: l’uomo, un 35enne di origini bulgare, ha prima infastidito i clienti di un ristorante cinese di via De Amicis, da cui è stato allontanato, e si è quindi diretto verso la stazione urlando e prendendosela con i passanti, sino a quando non ha incrociato una giovane su cui ha sfogato tutta la sua furia: la ragazza è stata colpita prima al viso e poi una volta a terra con un calcio prima che l’aggressore venisse bloccato, ed è stata accompagnata al pronto soccorso, da dove è stata poi dimessa con una prognosi di 10 giorni.

Nel frattempo l’uomo è stato portato in questura dagli agenti, che sono riusciti non senza difficoltà ad ammanettarlo, rimediando anche qualche pugno e calcio: una volta in via Diaz, il 41enne è stato chiuso in una cella di sicurezza da dove si è messo a fare i propri bisogni contro le pareti e in giro per la stanza e scagliandosi contro chiunque gli si avvicinasse, costringendo gli agenti a chiamare la guardia medica per sedarlo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il bilancio finale è di una ragazza e alcuni agenti feriti, mentre l’uomo è stato arrestato con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e denunciato per lesioni personali gravi, atti osceni, atti vandalici e persino per ricettazione, perché in una delle sue tasche è stata ritrovata una carta di credito intestata a una donna di cui non ha saputo spiegare la provenienza. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marijuana per tutti i gusti, giovane in manette a Sestri

  • Autostrade, scatta la gratuità del pedaggio su alcune tratte

  • Doppio tampone negativo, torna in Rsa e contagia 29 persone

  • Coronavirus, l’infettivologo Bassetti: «Primo tempo sta per finire, prepariamoci al secondo»

  • Bimba rimane chiusa in auto. Genitori: «È nuova, non sappiamo aprirla»

  • Tragedia sul lungomare di Arenzano, malore fatale mentre fa jogging

Torna su
GenovaToday è in caricamento