Borsette di Chanel con certificati di autenticità falsi, denunciato 30enne

Un trentenne è stato denunciato per i reati di ricettazione e di introduzione e commercio di prodotti con segni falsi. Fermato in via Gramsci, è stato trovato in possesso di alcune borse di Chanel con certificati di autenticità falsi

Durante il servizio di controllo straordinario del territorio nel centro storico volto al contrasto del commercio di prodotti contraffatti, i poliziotti del commissariato Prè, coadiuvati da personale della questura, hanno proceduto ieri pomeriggio in via Gramsci all'identificazione di un giovane africano che trasportava uno zaino, al cui interno sono state rinvenute cinque borsette di marca Chanel, perfettamente confezionate tanto da sembrare originali e corredate anche di certificati di autenticità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli accertamenti effettuati dal personale sui numeri seriali delle borse ne hanno però comprovato la falsità, poiché inseriti come “non autentici” da una segnalazione dell'azienda Chanel, pertanto lo straniero, un senegalese di 30 anni in regola con la normativa sull'immigrazione, è stato denunciato per i reati di ricettazione e di introduzione e commercio di prodotti con segni falsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la curva rallenta, ma i contagiati sono oltre 2.000 e i morti 254

  • Basilico in esubero per chiusura ristoranti, le aziende agricole organizzano la consegna a domicilio

  • Coronavirus, i numeri tornano a crescere in Liguria: 2.226 i positivi, 26 nuovi decessi

  • Coronavirus: lieve calo dei nuovi casi dopo tre giornate nere, i morti sono 231

  • Coronavirus, la foto della speranza: intubata per 7 giorni, 27enne migliora e si risveglia

  • Coronavirus: 1478 positivi in Liguria, 205 in più rispetto a sabato

Torna su
GenovaToday è in caricamento