A Borgoratti nasce un giardino con le scarpe riciclate

L'iniziativa di Amiu, Municipio Levante ed ESO in una scuola dell’infanzia del quartiere

Grazie alla collaborazione tra AMIU, Municipio Levante e ESO sarà inaugurato a Borgoratti un nuovo “Giardino di Betty” realizzato con il riciclo delle scarpe sportive dei genovesi.

Da sempre attenti alla raccolta differenziata e ai temi della sostenibilità e del riciclo, i cittadini continuano, con grande attenzione, a conferire le loro scarpe non più utilizzate nei contenitori che AMIU, ha posizionato in 26 punti di raccolta distribuiti sul territorio della città.

La raccolta di scarpe sportive esauste, con il progetto Esosport, ha come fine ultimo - grazie ad un accurato procedimento di riciclo - la generazione di materia prima seconda, che ESO Società Benefit, ha donato gratuitamente alla città.

Il pavimento per il giardino della scuola d'infanzia

Dalla materia riciclata nasce la pavimentazione per “Il Giardino di Betty”, collocato all’interno della Scuola d’infanzia Colombo, in via Apparizione 16.

Per la pavimentazione antishock del nuovo spazio giochi, di 35 metri quadrati, sono state utilizzate oltre 2.500 paia di scarpe sportive usate, un messaggio educativo per insegnare ai bambini il valore della raccolta differenziata.

Presenti all'inaugurazione Tiziana Merlino, direttore di Amiu Genova, l’assessore ai servizi civici Patrizia Arrighetti del Municipio Levante e Nicolas Meletiou Managing Director di ESO.

«Con questo giardino – ha spiegato Tiziana Merlino – recuperiamo uno spazio verde all’aperto per i bambini di Borgoratti. Una risposta concreta e tangibile di cosa si può ottenere con la raccolta differenziata e un riciclo di qualità. Ora potenzieremo ulteriormente i punti di raccolta».

Riqualificare la città con il riciclo

La creazione del nuovo giardino oltre a simbolo del riciclo dei materiali, è infatti un modo utile per riqualificare una porzione del territorio in città e per ringraziare i residenti per l’impegno dedicato alla riduzione dei rifiuti. Nel giardino ha trovato ospitalità anche una vecchia “campana”, contenitore Amiu tolto dalla strada e ri-usato come gioco per bambini.

«Siamo felici che la nostra collaborazione con Amiu dia vita ad un nuovo “Giardino di Betty” in città – afferma Nicolas Meletiou, Managing Director di ESO - è la conferma che l’attenzione al riciclo è un valore per i genovesi, consapevoli dell’importanza della raccolta differenziata e che dal ciclo del riciclo i rifiuti possono trasformarsi in risorsa e tornare nella comunità sotto nuova forma, un bel parco giochi per i bambini».

Prossimamente altre inaugurazioni

Nelle prossime settimane altre due inaugurazioni in zone diverse della città: a Castelletto nel Municipio Centro Est e a Sestri Ponente (Municipio Medio Ponente).

Potrebbe interessarti

  • Forbes: «8 posti in cui mangiare da non perdere in Liguria (con relative specialità)»

  • Manhattan scopre la focaccia di Recco: «Una tentazione eccezionale»

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

  • Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

I più letti della settimana

  • Tragedia a Busalla, donna incinta trovata morta in casa

  • Superenalotto, in Liguria un'altra vincita

  • Forbes: «8 posti in cui mangiare da non perdere in Liguria (con relative specialità)»

  • Manhattan scopre la focaccia di Recco: «Una tentazione eccezionale»

  • Assalto al pulmino della gita per riprendersi il figlio

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

Torna su
GenovaToday è in caricamento