Black Friday, negozianti divisi sugli sconti. E parte il tam tam per lo shopping solidale

Federmoda appoggia l'iniziativa, coordinata con il Comune, a patto che resti limitata al solo venerdì. Più tiepida Confesercenti. E sui social l'invito è: «Andate a comprare in zona rossa»

Via XX Settembre affollata per lo shopping

Un giro d’affari da 1,3 miliardi di euro, che coinvolge 180mila negozi e che, da usanza americana, è ormai entrato a far parte anche della cultura italiana: il “black friday”, il venerdì nero dedicato allo shopping scontato, quest’anno è fissato al 23 novembre, e anche a Genova ci si prepara a fare acquisti approfittando di riduzioni medie pari al 20% che, in certi casi, arrivano anche a toccare il 50%.

Non è tutto oro quello che luccica, però, almeno stando a un recente studio di Confesercenti, che ha evidenziato come il fatturato sia calato rispetto al 2017 principalmente per una «cultura di sconti tutto l’anno» che influisce sulla resa del black friday, soprattutto per quanto riguarda le piccole attività.

«Si tratta di un evento che ha trovato il suo spazio fra le abitudini di consumo degli italiani, e a cui molti esercenti scelgono di aderire per trovare un’occasione di rilancio per il comparto, in un anno sicuramente non semplice per Genova - spiega infatti Francesca Recine, presidente provinciale di Fismo Confesercenti - Come associazione abbiamo voluto fornire un supporto agli associati che hanno sentito questa necessità, offrendo gratuitamente la cartellonistica promozionale in una logica di servizio ma, al tempo stesso, riteniamo sia fondamentale non promuovere una cultura di “sconto tutto l’anno” che finisce per penalizzare inevitabilmente  le piccole attività che non realizzano produzioni dedicate agli sconti, come invece si trovano in altri canali».

Meno critica la posizione di Federmoda, che considera invece il black friday «un’opportunità, se gestita nel modo corretto - conferma Manuela Carena, vicepresidente di Federmoda Genova - Ascom Confcommercio ha una rappresentanza numerosa, quest’anno sono circa 150 i negozi da Voltri a Nervi, Recco compresa, che hanno aderito al Black Friday, quello ufficiale e coordinato insieme con il Comune. Non appoggiamo la politica degli sconti, ma questa è una giornata unica e come tale va trattata: chiaramente c’è chi si “allarga”, allungando il periodo degli sconti, e questo è sicuramente un aspetto che contrastiamo, anche dal punto di vista legale, visto che si rischia di incorrere in una multa. Dal canto nostro abbiamo voluto dare un aspetto più uniforme all’iniziativa rendendo immediatamente riconoscibili i negozi che aderiscono al black friday ufficiale».

Shopping solidale in Valpolcevera, i bus pubblicizzano il black friday

Il venerdì nero come opportunità di rilancio, insomma, ed è anche per questo che Ascom quest’anno ha deciso di investire in pubblicità mirata, acquistando spazi sui bus che circolano nella Valpolcevera e nel ponente per invitare a fare acquisti anche nei negozi di Certosa e della zona rossa, che stanno pagando il prezzo dell’isolamento dovuto al crollo del ponte Morandi.

«Loro sono sicuramente i più colpiti dalla tragedia del 14 agosto - spiega ancora Carena - Ma il contraccolpo lo sta vivendo tutta la città: io personalmente avevo molte clienti del ponente che adesso vengono meno in centro, principalmente per una questione di viabilità».

«Dal punto di vista della viabilità non siamo neanche i più sfortunati, abbiamo la metro - conferma Davide, residente proprio a Certosa - Ma è triste vedere quante attività commerciali chiudono perché non riescono a sostenere i costi alla luce degli incassi più bassi: ogni giorno, quando esco di casa, vedo qualche saracinesca abbassata».

Da qui la decisione di molte associazioni e gruppi genovesi (e anche di privati cittadini) di dare una mano ai negozianti di Certosa e organizzare una serie di “spedizioni” a caccia di strenne: la scorsa settimana sono persino arrivati alcuni pullman dal basso Piemonte, e su Facebook è partito il tam tam su diversi gruppi per invitare all’acquisto solidale.

Non perdere le offerte del Black Friday! Il 23 novembre la parola d'ordine è: Shopping

Potrebbe interessarti

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

  • Cannelli di zolfo: un antico rimedio naturale "made in Liguria" contro il torcicollo

  • I genovesi sono davvero tirchi? Tre barzellette per scherzare su questa "leggenda metropolitana"

I più letti della settimana

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Lanciano monetine al concerto di Salmo, il rapper: «Ci stiamo divertendo, chi è che ha pagato il biglietto per disturbare?»

  • Pomeriggio a base di ketamina per due ventenni

  • Bastonate al cane, smettono per le urla dei residenti

Torna su
GenovaToday è in caricamento