Begato, inaugurato il nuovo "Stadium": campi e scuola di calcio all'ombra della Diga

Restyling completo dell'impianto di via Maritano grazie al Coni: ospiterà partite e allenamenti dell'Usd Campomorone Sant’Olcese, della Bolzanetese e della scuola di calcio del Genoa

È stato inaugurato stamattina dal sindaco Marco Bucci e dal presidente del Coni, Giovanni Malagò, il “Begato 9 Stadium”, il nuovo complesso sportivo di via Maritano, sede dell’Usd Campomorone Sant’Olcese, della Bolzanetese e della scuola di calcio del Genoa Cfc.

Alla cerimonia hanno preso parte anche l’assessore regionale allo Sport, Ilaria Cavo, e il consigliere comunale delegato allo sport Stefano Anzalone, tagliando il nastro all’ombra della Diga di Gambacciani e assistendo all’amichevole organizzata proprio per il “battesimo”. I lavori, finanziati dal Coni tramite il Bando per le periferie, sono durati tre mesi e hanno riguardato la copertura della tribuna del campo principale, l’installazione di nuovi manti erbosi e di recinzioni per i campi a “undici”, a “sette” e a “cinque”, la ristrutturazione degli spogliatoi e dei magazzini e la realizzazione di sale video e di un sistema di monitoraggio delle partite.

«Abbiamo promesso lo scorso anno un certo numero di attività per il quartiere, questa è la prima - ha detto il sindaco Marco Bucci - Lo sport non è solo attività sportiva, ma anche educativa, fare sport significa imparare a stare insieme agli altri e ad avere lo stesso obiettivo. È importante sopratutto per le giovani generazioni, vogliamo investire in questo per far sì che tutti i giovani abbiano l’opportunità di fare sport». 

»Questa struttura diventa meglio di com’era prima - ha aggiunto Bucci, riferendosi poi anche allo stadio Ferraris - vogliamo fare in modo che tutte siano così. Ci vogliono soldi, investimento, e tempo, ma in cima al monte Everest ci si va passo dopo passo».

«Questa giornata è molto significativa, parliamo di una scuola calcio legata a Genova, ed è bello perché non sapevo che ha come protagonista una scuola primaria di secondo grado - è stato il commento del presidente del Coni Malagò - Sino a quando uno non arriva qui non si rende conto di com’è “incastrato” questo campo, e alzando gli occhi vede tutti questi edifici di edilizia popolare: questo campo è il simbolo oggettivo di una cosa bella».

«È molto importante fare allenare su campi nuovi e adeguati le squadre di calcio, le giovanili, quelle della zona e persino una femminile - ha aggiunto l’assessore Cavo - Credo che sia un segnale positivo anche per ripartenza e la riqualificazione di questo quartiere, su cui Comune e Regione stanno investendo molto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Scopre la morte della madre e si uccide gettandosi dal Monoblocco

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • Dal cibo all'allontanamento forzato: ecco perché non si possono aiutare le orche in porto

  • Orche in porto, interviene il Ministero: «Probabilmente sono malate»

  • Alimenti scaduti nel frigo del supermercato, multa da diecimila euro

Torna su
GenovaToday è in caricamento