Bastonate per un posteggio, domiciliari al pensionato aggressore

Durante il processo per direttissima a suo carico il 63enne, accusato dell'aggressione ai danni di due donne nel quartiere del Cep, si è difeso affermando che il bastone non era suo

Il giudice del tribunale di Genova ha concesso gli arresti domiciliari al pensionato di 63 anni arrestato domenica sera con l'accusa di aver colpito due donne con un bastone in seguito a una lite per un parcheggio. Una delle due è minorenne. Queste ultime hanno riportato ferite giudicate guaribili in 15 e 20 giorni.

Teatro della vicenda il Cep di Prà, sulle alture di Genova. Oggi, martedì 6 marzo 2012, il processo per direttissima, poi rinviato al 16 marzo. Il pensionato si è difeso affermando che il bastone non era suo ma lo avevano portato le due donne.

Potrebbe interessarti

  • Cannelli di zolfo: un antico rimedio naturale "made in Liguria" contro il torcicollo

  • I genovesi sono davvero tirchi? Tre barzellette per scherzare su questa "leggenda metropolitana"

  • Dialetto curioso: cos'è la "ca do diao"? E la "ca da pèsta"?

  • Curiosità: in Trentino c'è... la Val Genova. Cos'ha in comune con il capoluogo ligure?

I più letti della settimana

  • Tragedia a Sampierdarena, 19enne muore cadendo nella tromba delle scale

  • Cade dalla finestra e precipita su nonna e nipote: tragedia a Castelletto

  • Schianto in A7: muore 19enne, gravissimi due amici

  • In Lungomare Canepa apre "Belin", il bar "autogrill" tutto genovese

  • Tragedia sul Monte Bianco: muore vigile del fuoco genovese, gravissimo collega

  • Guida ubriaco veicolo della Pubblica assistenza e provoca incidente

Torna su
GenovaToday è in caricamento