Bimba con due mamme, il Comune deposita il ricorso: scatta la mobilitazione

Come promesso, la maggioranza a Tursi ha presentato reclamo contro la decisione del tribunale di registrare due donne lesbiche come madri sul certificano di nascita della bambina: «Così la si rende orfana di una mamma»

«Così si rende orfana di una mamma una bambina»: parole dure, quelle espresse dal Comitato Liguria Rainbow dopo che il Comune di Genova, come già aveva annunciato, ha presentato un ricorso contro il decreto con cui il tribunale di Genova ha disposto la registrazione di entrambe le mamme nell’atto di nascita di una bimba genovese figlia di due donne lesbiche.

Il reclamo è stato depositato in tribunale nei giorni scorsi: ancora non sono note le esatte motivazioni che il Comune ha inserito per chiedere l’annullamento del provvedimento, ma alla base ci sarebbe un tecnicismo. E cioè il fatto che le coppie dello stesso sesso non sono inserite esplicitamente nella legge 40 del 2004 in materia di procreazione assistita, che prevede che la coppia firmataria del consenso informato venga riconosciuta come genitori del bambino nato attraverso Pma.

«Questa norma in Italia si applica per le coppie eterosessuali anche non coniugate, e non c’è ragione per cui siano escluse quelle omosessuali, come riaffermato dai giudici di Genova e, prima di loro, dai giudici di altre città, tra cui segnaliamo le sentenze di Pistoia e Bologna dello scorso luglio - spiegano le avvocate delle due mamme, Elena Fiorini e Ilaria Gibelli - Non siamo per nulla stupite dal reclamo del Comune di Genova e tuttavia convinte della fondatezza della decisione del Tribunale di Genova, conforme al diritto italiano ed internazionale perché fondato sull'interesse superiore del minore, in particolare sul diritto all'identità personale e alla bigenitorialità, imponendo ad entrambe le mamme doveri e obblighi oltre che diritti».

«Il sindaco Marco Bucci non vuole vedere la realtà dei fatti - prosegue il Coordinamento Liguria Rainbow - esiste una bambina, che ha poco più di un anno, nata grazie al desiderio di diventare mamme di due donne che si amano. Negare il riconoscimento di una delle due donne come genitrice non cambierà nulla di questa realtà se non nel rendere più difficile la vita della bambina».

L’associazione ha quindi deciso di convocare una mobilitazione per martedì 27 novembre, in occasione del consiglio comunale, quando le opposizioni porteranno in Sala Rossa un’interrogazione sul ricorso. Il passo successivo, in attesa di conoscere i tempi della giustizia (il reclamo va in primis assegnato a un giudice, che dovrà poi decidere se portare il procedimento in aula) sarà quello di scendere in piazza per una manifestazione sabato 1 dicembre. Nel frattempo, per le due mamme non è possibile ancora trascrivere l’atto di nascita, proprio alla luce del fatto che è stato presentato ricorso entro i termini previsti per legge. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Cosi' la sirende orfana di un padre. Una mamma gia' ce l'ha. Ed e' quella vera.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Morandi, Bucci apre i cantieri e il Pd attacca: «Vanno a fare le foto»

  • Cronaca

    Via Cornigliano riaperta alle auto senza limitazioni

  • Attualità

    Atp: sedici nuove corriere e terminal a Brignole

  • Cronaca

    «Suo figlio ha avuto un incidente, porti del denaro», 20 tentativi di truffa nell'ultimo mese

I più letti della settimana

  • Belin... ma da dove deriva questa parola?

  • Accoltellamento fuori dalla discoteca, giovane grave al San Martino

  • Genoa: striscione "shock" contro Preziosi, alta tensione tra presidente e tifosi

  • Spesa da 70 euro al supermercato, ma si "dimentica" di pagare

  • Carabiniere per un giorno, bimbo malato realizza il suo sogno

  • Schianto tra auto a Pegli: 5 feriti, un bimbo al Gaslini

Torna su
GenovaToday è in caricamento