Un'altra nave con armi in arrivo in porto, nuovo presidio di protesta

Si rinnova la protesta dei portuali contro l'arrivo nello scalo genovese della Bahri Jazan, previsto per l'alba di lunedì 17 giugno 2019. Presidio al varco di ponte Etiopia

Lunedì 17 giugno 2019 a partire dalle 5 è previsto un presidio davanti al varco di ponte Etiopia. L'iniziativa è promossa dal Collettivo Autonomo Lavoratori Portuali (Calp) per protestare contro l'arrivo al terminal Gmt della nave saudita Bahri Jazan, gemella della Yambu, arrivata a Genova il 20 maggio scorso e ripartita senza il carico dei generatori per la protesta dei portuali.

«L'assemblea pubblica convocata dal Calp - scrive il Collettivo sulla sua pagina Facebook - ieri sera al Circolo Cap ha potuto visionare i documenti che dimostrano che le apparecchiature che i portuali si erano rifiutati di imbarcare sulla nave Bahri Yanbu sono ufficialmente classificate come armi (categoria 11: Apparecchiature elettroniche) dall'Uama, Unità per le autorizzazioni dei materiali di armamento del ministero degli Esteri. Pertanto è stato dimostrato che l'azienda esportatrice, Teknel di Roma, e l'agenzia marittima rappresentante della compagnia marittima di stato saudita, hanno mentito alla pubblica opinione, all'Autorità portuale e alla Prefettura di Genova affermando che si trattava di apparecchiature civili».

«La Teknel - conclude il Calp - oggi è stata costretta ad ammettere che si tratta di “armi” destinate alla Guardia Nazionale Saudita, notoriamente un corpo militare di élite a difesa della monarchia assoluta saudita fondata sulla Sharia e impegnata a fomentare la guerra civile in Yemen fonte della più sanguinosa e dolorosa catastrofe umanitaria attuale. Le armi della Teknel ferme in magazzino siano rispedite immediatamente al mittente. Nessuno provi a caricarle sulla prossima nave saudita, Bahri Jazan, prevista per lunedì 17 giugno all'alba».

Potrebbe interessarti

  • La leggenda dell'isola di Bergeggi

  • Perché San Giovanni Battista è il patrono di Genova?

  • Ristoranti, vita notturna e shopping: così il Guardian promuove Genova

  • La leggenda del ponte dei suicidi a Carignano

I più letti della settimana

  • Alla Fiumara apre un nuovo negozio

  • Cibo mal conservato, chiuso ristorante

  • Accoltella un uomo alla gola, fermato da poliziotta "cintura nera"

  • Resta bloccata in un parcheggio e sfonda il cancello con l'auto

  • La leggenda dell'isola di Bergeggi

  • Perché San Giovanni Battista è il patrono di Genova?

Torna su
GenovaToday è in caricamento