Corso Aurelio Saffi, arrivano i portali lettori di targa

A inizio 2019 nella trafficata arteria che corre parallela alla Sopraelevata dovrebbe venire installato un nuovo sistema di videosorveglianza in grado di "schedare" i veicoli

Forze dell’ordine e Comune lo avevano già annunciato: la tecnologia, in particolare i sistemi di videosorveglianza, sono uno strumento indispensabile per la lotta al degrado (come dimostrano quelle installate nei pressi di discariche o punti particolarmente a rischio di abbandono selvaggio di rifiuti) e alla criminalità, fornendo un prezioso aiuto nella ricostruzione e nella risoluzione di incidenti e altri reati.

Potrebbe essere dunque questo il presupposto da cui sono partiti Comune e Municipale quando hanno individuato corso Aurelio Saffi come una strada da tenere costantemente monitorata attraverso occhi elettronici. E così, è ormai quasi certo che a inizio 2019 verranno installati sulla trafficata arteria due portali in grado di leggere le targhe devi veicoli in transito, che verranno poi inserite in una banca dati finalizzata al contrasto della criminalità. Uno strumento che consentirà dunque di controllare i dati dei veicoli, l'intestatario e l'assicurazione, ma anche di registrare eventuali passaggi e rintracciare o seguire il percorso di un'auto, un furgone o una moto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dettagli sul funzionamento dei nuovi sistemi - che sembrerebbero rispecchiare le modalità del tutor - non sono ancora noti. Si tratterebbe però del primo “portale di rilevamento targhe” sul territorio genovese, dove le semplici telecamere sono a oggi 340 suddivise nei diversi quartieri. Certo è che, dal punto di vista legale, sarà obbligatorio da parte dell'amministrazione installare cartelli per segnalare la presenza dei portali e la loro funzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Basilico in esubero per chiusura ristoranti, le aziende agricole organizzano la consegna a domicilio

  • Coronavirus: la curva rallenta, ma i contagiati sono oltre 2.000 e i morti 254

  • Coronavirus, i numeri tornano a crescere in Liguria: 2.226 i positivi, 26 nuovi decessi

  • Genova, tutte le attività commerciali che sono aperte e che fanno consegna a domicilio

  • Coronavirus, 51 morti in un giorno. I casi positivi sono 2.329

  • Coronavirus, l'intuizione al Villa Scassi: apparecchiature da sub per testare l'efficacia dei ventilatori

Torna su
GenovaToday è in caricamento