Assalti ai bancomat con esplosivi, sgominata banda che agiva tra Torino e Genova

I carabinieri di Rivoli (Torino) hanno individuato i membri della gang che si era specializzata nell'assaltare gli sportelli bancari con esplosivi e arieti. In manette due uomini di 30 e 37 anni

I carabinieri della Compagnia di Rivoli (Torino) hanno individuato e smantellato una banda specializzata in assalti a sportelli bancomat e postamat in Piemonte, con un modus operandi del tutto simile a quello usato per mettere a segno alcuni colpi anche in Liguria.

I militari, coordinati dal capitano Luca Mariano, hanno arrestato due italiani di 30 e 37 anni, entrambi residenti a Rivalta di Torino, che devono adesso rispondere di furto aggravato e ricettazione, e sono ancora alla ricerca dei complici, che sarebbero almeno due. Secondo le prime ricostruzioni, la banda era attiva dallo scorso aprile: dopo avere individuato il bancomat da assaltare (che raggiungevano sempre su auto rubate), i ladri entravano in azione durante la notte, quasi sempre nel weekend, utilizzando l'esplosivo (solitamente una marmotta, un ordigno artigianale a inneso) per forzare la bocchetta di erogazione delle banconote, e piedi di porco e travi di ferro per sfondare la porta a vetri adiacente allo sportello.

A mettere i carabinieri sulle tracce della banda sono state le immagini delle telecamere di sorveglianza delle banche prese di mira, che unite a un controllo serrato del territorio li hanno condotti ai due italiani. Tra i colpi riconducibili a loro effettuati a Genova potrebbe esserci anche l’assalto al postamat di via Catalani, a Sestri Ponente, messo a segno lo scorso sabato 16 luglio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Intossicazione da monossido, morte madre e figlia

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Orche "superstar", nuovo avvistamento in porto: «Spettacolo mozzafiato»

Torna su
GenovaToday è in caricamento