Semina il panico il piazza Lavagna, 23enne bloccato dalla polizia

All'arrivo delle volanti il 23enne ha puntato due coltelli contro gli agenti intimando loro di non avvicinarsi e minacciandoli di morte

La scorsa notte intorno alle 2.30 gli agenti della questura sono intervenuti in centro storico in quanto un giovane, brandendo due grossi coltelli, stava minacciando i presenti e, in preda a una furia ingiustificata, stava danneggiando con calci e pugni le saracinesche, gli ombrelloni e i tavoli esterni dei bar di piazza Lavagna.

All'arrivo delle volanti il 23enne ha puntato le armi contro gli agenti intimando loro di non avvicinarsi e minacciandoli di morte. I poliziotti con estrema cautela hanno raggiunto il marocchino che, con un gesto repentino, ha lasciato cadere i coltelli a terra e si è dato alla fuga.

Bloccato dopo una cinquantina di metri, l'uomo ha colpito gli operatori con calci e pugni cercando di liberarsi, ma senza successo. Il 23enne di origini marocchine, regolarmente residente in Italia, è stato arrestato per violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, denunciato per minacce, danneggiamento e porto di armi e oggetti atti a offendere e giudicato questa mattina per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due trattorie di Genova tra le migliori in Italia, secondo la classifica di "Repubblica Sapori"

  • I 17 ristoranti di Genova proposti dalla Guida Michelin 2020

  • Tragedia in via Piacenza: uccide la moglie e si getta dal balcone

  • San Martino, nuove regole per il pronto soccorso: un solo accompagnatore e con il pass

  • È febbraio ma sembra primavera: a Genova si fa il bagno in mare

  • Ladro entra in casa nella notte: 17enne difende la sorellina e lo mette in fuga

Torna su
GenovaToday è in caricamento