Lasciata dal fidanzato, decide di avvelenare l'ex marito

Indagine in corso, una donna di 53 anni è accusata di aver tentato di uccidere l'ex marito. La donna aveva individuato l'uomo, 54 anni, come responsabile della rottura di una relazione amorosa

Una donna di 53 anni, residente a Molassana, assistente psichiatrica in una struttura genovese, è indagata per aver tentato di avvelenare il marito che secondo lei era di intralcio alla sua relazione amorosa con un altro uomo.

La donna, per settimane, avrebbe messo gocce di un potente anti-psicotico nel caffè o nelle tisane del marito, un uomo di 54 anni. Particolare non da poco, il farmaco utilizzato è sotto esame in America perché può provocare l’infarto.

La vittima con il passare dei giorni ha iniziato a maturare sospetti e con l’aiuto delle figlie e di un medico ha scoperto l'inganno della donna. Intanto la moglie è anche accusata di aver sottratto il medicinale dalla struttura dove lavorava e si è già scoperto il movente del tentato omicidio. La 53enne, infatti, lasciata dall’amante, ha pensato che fosse per colpa del marito e per questo aveva deciso di ucciderlo.

Potrebbe interessarti

  • Cenare sul mare: 5 ristoranti da provare a Genova e dintorni

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • La "graziosa" con gli occhi grandi color di foglia di De André è esistita davvero

  • Perché a Genova per indicare un debito si dice "puffo"?

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Staglieno, operata la 45enne sopravvissuta

  • Tragico schianto a Dinegro, morto automobilista

  • Cenare sul mare: 5 ristoranti da provare a Genova e dintorni

  • Schianto a Staglieno: morto un uomo, una donna gravissima

  • Da Castelletto a Sampierdarena, ciak si gira per Alessandro Preziosi

  • Incendio all'ultimo piano di un palazzo, abitanti in fuga dalle scale

Torna su
GenovaToday è in caricamento