Deve scontare 4 anni in carcere, arrestato dopo un rocambolesco inseguimento

La fuga è durata diversi minuti per le vie del ponente, fino in via Renata Bianchi

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato un 26enne marocchino in esecuzione di un ordine di carcerazione del Tribunale di Genova per scontare la pena di 4 anni, 1 mese e 8 giorni di reclusione a seguito di condanne per furti in abitazione e rapine.

Questa notte, nel corso di un pattugliamento, i poliziotti delle volanti della Questura e del Commissariato Cornigliano, passando per piazza Vittorio Veneto hanno deciso di procedere al controllo di un'auto in marcia con a bordo quattro persone. Queste però, accortesi di essere seguite dalle pantere, hanno improvvisamente aumentato la velocità, cercando di distanziare gli inseguitori. La fuga è durata diversi minuti per le vie del ponente, fino in via Renata Bianchi dove la volante è riuscita ad affiancare i fuggiaschi ed a costringerli a fermarsi.

Gli occupanti del mezzo, tutti cittadini marocchini di età compresa tra i 20 ed i 39 anni, sono stati accompagnati in Questura per le procedure di identificazione. Solo il più giovane, peraltro alla guida, è risultato incensurato mentre a carico degli altri tre sono emersi numerosi precedenti e irregolarità in merito al soggiorno in Italia.

In particolare, a carico del 26enne arrestato è emerso, sotto un alias, il provvedimento di carcerazione a cui è stata data esecuzione. Altre due persone sono state messe a disposizione dell’Ufficio Immigrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Olga, dall'Uzbekistan a Genova per aprire la prima "sfuseria" dei vicoli

  • Due trattorie di Genova tra le migliori in Italia, secondo la classifica di "Repubblica Sapori"

  • Nuovo ponte: ecco come verrà sollevata la maxi campata

  • Tragedia in via Piacenza: uccide la moglie e si getta dal balcone

  • Nuovo ponte: maxi trave è troppo lunga, il varo slitta per "limarla"

  • Evasore totale affitta villa extra-lusso su Airbnb, scatta il sequestro

Torna su
GenovaToday è in caricamento