Giallo ad Arquata: trovata con i polsi legati, muore poco dopo

Sarà l'autopsia a tentare di fare luce sulla morte di Iginia Fabbri, genovese di 71 anni, trovata dal figlio in una casa di Arquata Scrivia con i polsi legati

Giallo ad Arquata Scrivia, in provincia di Alessandria. Iginia Fabbri, 71 anni, originaria di Genova, è stata trovata in casa, in regione Pessino, in stato di semincoscienza e con i polsi legati.

Il figlio ha immediatamente chiamato i soccorsi, che sono stati tanto immediati quanto vani: la donna è deceduta. 

Sul posto sono giunti i carabinieri del Reparto Operativo e del Nucleo Investigativo, insieme con i colleghi della compagnia di Novi e della stazione di Arquata, oltre che il magistrato di turno. 

Iginia Fabbri sarebbe morta per ipotermia: in base a una prima ipotesi, potrebbe essere stata immobilizzata da alcuni rapinatori, ma ci sono molti dubbi. In casa infatti non vi era alcun oggetto di valore. La donna non era imbavagliata.

Il magistrato di turno ha disposto l'autopsia nella speranza di ricavare elementi utili alle indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due trattorie di Genova tra le migliori in Italia, secondo la classifica di "Repubblica Sapori"

  • Tragedia in via Piacenza: uccide la moglie e si getta dal balcone

  • Nuovo ponte: maxi trave è troppo lunga, il varo slitta per "limarla"

  • Evasore totale affitta villa extra-lusso su Airbnb, scatta il sequestro

  • Processionaria, primi avvistamenti in città: i consigli del veterinario

  • San Valentino: i luoghi più romantici di Genova

Torna su
GenovaToday è in caricamento