Arenzano, a ottobre i primi corsi di alta formazione per hotellerie di bordo in Italia

È stata presentata la prima accademia di formazione per l'hotellerie di bordo, nata dalla collaborazione tra Regione Liguria, Fondazione Accademia Italiana Marina Mercantile e Comune di Arenzano

Nascerà a ottobre - nella splendida cornice della settecentesca Villa Figoli, ad Arenzano - la prima accademia di formazione per l'hotellerie di bordo.

Sarà la prima scuola in Italia dedicata esclusivamente alla formazione di professionisti dell'hotellerie che lavoreranno sulle navi passaggeri, come ad esempio cuochi, pasticceri, panettieri, animatori, addetti al servizio clienti e altre figure legate all'accoglienza e all'intrattenimento di bordo.

La scuola sarà gestita dalla Fondazione ITS Accademia Italiana Marina Mercantile che ha già in previsione l'attivazione di corsi per un totale di 60 studenti, un'offerma formativa pensata insieme a Costa Crociere, partecipando al bando per disoccupati over 24, indetto lo scorso agosto da Regione Liguria e finanziato con fondi FSE.

La cosa interessante è che per questi corsi Costa Crociere si è impegnata all'assunzione di almeno il 60 per cento dei formati (vale a dire che almeno 36 allievi troveranno sicuramente lavoro all'interno dell'azienda).

A questa iniziale offerta formativa si aggiungerà il percorso di Istruzione Tecnica Superiore già finanziato dal Ministero dell'Istruzione per la formazione di pasticceri e panettieri di bordo: i posti disponibili saranno 22, e anche in questo caso Costa Crociere ha manifestato l'interesse per l'assunzione di almeno il 70 per cento degli allievi che avranno completato con successo il corso.

All'interno della prestigiosa villa realizzata in stile liberty e circondata da un parco di 35mila metri quadrati, trovano spazio nove aule attrezzate, una biblioteca, una tea room, una sala arazzi multifunzionale, un'area ristorazione con bar e cucina che serviranno per le lezioni. La struttura disporrà anche di un dormitorio che potrà accogliere fino a 50 studenti fuori sede.

«Regione Liguria ha creduto molto in questo progetto mettendo a disposizione 4 milioni di euro di fondi Par Fas/Fsc per la ristrutturazione della villa e investendo parte dei finanziamenti dle Fondo Sociale Europeo per l'attivazione dei corsi in linea con la vocazione marittima e crocieristica del nuovo centro e della regione» ha dichiarato Ilaria Cavo, assessore regionale all'Istruzione. 

La villa prima apparteneva alla Provincia di Alessandria, ed è stata acquistata dal Comune di Arenzano nel 2012 «Abbiamo creduto molto nel progetto - ha sottolineato il sindaco di Arenzano, Maria Luisa Biorci - nel 2012 la prospettiva di creare ad Arenzano un'opportunità straordinaria di alta formazione e lavoro ha indotto il comune a impegnarsi in grande misura. Una scommessa difficile da realizzare, ma oggi siamo molto orgogliosi nel vederla arrivare alla meta, un grande riconoscimento per il lavoro fatto».

«Si tratta del completamento di un percorso iniziato nel 2005 che ha portato all'assunzione di circa 500 ufficiali di coperta e macchina da parte di Costa Crociere - ha dichiarato Eugenio Massolo, presidente dell'Accademia Italiana Marina Mercantile - i risultati fino a oggi conseguiti e le incoraggianti prospettive a livello formativo e occupazionale ci consentono di guardare al futuro con ottimismo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per Neil Palomba, direttore generale di Costa Crociere, «questa è un'ulteriore conferma del nostro impegno a creare valore in Italia. Il nostro apprezzamento va anche alle istituzioni pubbliche per essere riuscite a realizzare una scuola che in Italia non esisteva e che rappresenterà sicuramente una nuova opportunità e impulso per le professioni del mare».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la curva rallenta, ma i contagiati sono oltre 2.000 e i morti 254

  • Basilico in esubero per chiusura ristoranti, le aziende agricole organizzano la consegna a domicilio

  • Coronavirus, i numeri tornano a crescere in Liguria: 2.226 i positivi, 26 nuovi decessi

  • Coronavirus: lieve calo dei nuovi casi dopo tre giornate nere, i morti sono 231

  • Coronavirus, la foto della speranza: intubata per 7 giorni, 27enne migliora e si risveglia

  • Coronavirus: 1478 positivi in Liguria, 205 in più rispetto a sabato

Torna su
GenovaToday è in caricamento