Brucia nido di vespe, primario ustionato in Fontanabuona

Angela Lidia Grondona, 59 anni, primario della Asl 3, è ricoverata da sabato in rianimazione nel centro grandi ustionati del Villa Scassi con ustioni sul 70% del corpo

Angela Lidia Grondona, 59 anni, primario della Asl 3, è ricoverata da sabato in rianimazione nel centro grandi ustionati del Villa Scassi con ustioni sul 70% del corpo.

La donna si è gravemente ferita nel tentativo di bruciare un nido di vespe che si era sistemato nella casa della madre in Val Fontanabuona.

L'incidente è accaduto nel comune di Orero, in val Fontanabuona. Sulla vicenda indagano i carabinieri.

Potrebbe interessarti

  • La triste leggenda del costruttore della Lanterna

  • La curiosità: la moglie di Oscar Wilde è sepolta a Genova

  • La leggenda dei sabba delle streghe tra Mignanego e Savignone

  • Il fantasma "maleducato" delle Mura dello Zerbino

I più letti della settimana

  • Tragedia a Busalla, donna incinta trovata morta in casa

  • Weekend lungo di Ferragosto a Genova e provincia: fuochi d'artificio, sagre, cultura e tanto altro

  • Scossa di terremoto avvertita anche in Liguria

  • Pensionata scomparsa da Sampierdarena, ritrovata dopo 24 ore di ricerche

  • Litigio tra ubriachi sulla spiaggia di Voltri, paura tra i bagnanti

  • Tentata rapina a Bolzaneto, giovane turista accoltellata davanti al figlio

Torna su
GenovaToday è in caricamento