Amt: maxi verifica spot, controllati 4.300 passeggeri

Al termine della maxi verifica, svolta dai controllori Amt fra centro, Albaro e Molassana, il dato complessivo è di 4.388 passeggeri controllati, per un totale di 198 sanzioni (di cui 60 oblazioni)

Cinquanta verificatori titoli di viaggio di Amt in azione nella giornata di martedì 12 marzo per un'altra maxi operazione di controllo intensiva e ad alta visibilità. Centro, Albaro e Molassana sono state le tre zone soggette alla verifica. L'obiettivo di queste iniziative è rendere ancora più efficace il contrasto all'evasione con la presenza di molti verificatori in contemporanea a controllare più punti del territorio.

La mattinata è cominciata con due verifiche intensive in centro e a levante: a essere controllate sono state la stazione metro di De Ferrari e la fermata bus di via Albaro/viale Causa a servizio delle linee 15 e 43. In metro sono stati controllati 2.300 passeggeri, emesse 76 sanzioni pari a un tasso di evasione del 3,3%; 14 dei 76 sanzionati hanno regolarizzato immediatamente la loro posizione pagando l'oblazione di 41,50 euro. Un dato positivo quello rilevato dai controlli in metropolitana a conferma dell'utilizzo virtuoso della sotterranea.

Dato contenuto anche ad Albaro, con un tasso di evasione del 5,4%; qui sono stati controllati 1.080 viaggiatori, 59 le sanzioni di cui 31 oblazioni. Nel pomeriggio i verificatori hanno controllato la fermata di via XX Settembre/De Ferrari a servizio delle linee 20, 36, 36/, 44 e 46: 478 i passeggeri controllati, 31 sanzioni di cui 11 oblazioni e una percentuale di evasione riscontrata pari al 6,4%.

L'altra verifica intensiva pomeridiana si è svolta in via Geirato a Molassana (linee 13, 14, 48, 477, 477/ e 479 e 481). Sono stati 530 i passeggeri controllati, 32 le sanzioni (di cui 4 oblazioni) per un tasso di evasione pari al 6%. Al termine della maxi verifica il dato complessivo è di 4.388 passeggeri controllati, per un totale di 198 sanzioni (di cui 60 oblazioni), pari a un tasso di evasione del 4,5%.

«Il sistema di verifiche intensive, che ricordo sempre è a integrazione delle attività quotidiane di verifica a bordo bus, ci sta aiutando a conoscere e contenere il fenomeno dell'evasione - sottolinea Marco Beltrami, amministratore unico -. Questi ultimi risultati, seppur individuando un significativo ulteriore spazio di intervento, sono in deciso miglioramento e di conforto per gli sforzi aziendali. Rappresentano anche un riconoscimento all'impegno e alle capacità del nostro personale di verifica, chiamato a svolgere un'attività estremamente delicata ma di grande importanza».

L'impegno che coinvolge i verificatori nei controlli intensivi si somma alla verifica ordinaria che tutti i giorni viene svolta sui servizi gestiti da Amt. Il piano di contrasto all'evasione di Amt proseguirà anche nelle prossime settimane secondo il programma dell'azienda, realizzato in stretto accordo con l'assessorato alla Mobilità.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    La "nave delle armi" attracca in porto, scatta la protesta

  • Cronaca

    Morandi, terminati i rientri degli sfollati: «Restano solo gusci vuoti»

  • Cronaca

    Cinquantenne disperso sulle alture di Voltri

  • Cronaca

    San Martino: si rompe l'apparecchio per la radioterapia, decine di sedute rinviate

I più letti della settimana

  • Come difendersi dai pesciolini d'argento (e cosa sono)

  • Schianto in moto a Rivarolo, muore 25enne

  • Genoa: incubo retrocessione, tutti i calcoli per la salvezza

  • Sciopero dei trasporti, a rischio bus e treni

  • Marassi, la leggenda dei fantasmi di villa Piantelli

  • Nave carica di armi in arrivo in porto

Torna su
GenovaToday è in caricamento