Allerta rossa, la situazione in città: allagamenti e frane dopo il temporale "lampo"

Intorno alle 5 di lunedì mattina la cella temporalesca proveniente dalla Francia si è abbattuta sulla regione, concentrandosi sul capoluogo ligure con la massima intensità

Alla fine il tanto atteso e temuto temporale, fortissimo, previsto dall'allerta rossa di domenica 20 e lunedì 21 ottobre si è abbattuto sulla città poco prima dell'alba, intorno alle 5, in un momento in cui erano ancora poche le persone e le auto in strada, e si è esaurito nel giro di poco tempo facendo però cadere sul capoluogo ligure un grande quantitativo di pioggia.

La stessa Arpal, che da sabato fornisce aggiornamenti sulla situazione insieme con Regione e Comune, ha sottolineato la velocità del fenomeno: «La struttura temporalesca che ha attraversato velocemente la nostra regione sta riservando le ultime intense precipitazioni nell'entroterra genovese di levante: a Barbagelata nell'ultima ora sono caduti 52.6 mm», ha sottolineato alle 7 l'agenzia regionale per la protezione ambientale.

Maltempo, l'allerta passa ad arancione ma viene prolungata

Intorno alle 12, dopo una mattinata di tregua, la pioggia ha ricominciato a cadere con intensità soprattutto sul ponente cittadino, e sono stati segnalati allagamenti sul tratto dell'A10 compreso fra i caselli di Genova Pra' e Aeroporto. 

Sempre alle 12 è arrivato l'annuncio del declassamento dell'allerta a partire dalle 13 a livello arancione (qui il dettaglio e le previsioni): sul genovesato allerta arancione sino alla mezzanotte, poi gialla sino alle 8 di martedì mattina. La perturbazione non ha però lasciato la Liguria né Genova: intorno alle 14 un violento temporale ha investito il territorio tra Sestri Ponente e Pegli, con conseguenti strade allagate e rivi ingrossati. Occhi puntati, in particolare, sul Cantarena e sul Chiaravagna: nel primo pomeriggio (quando la pioggia torrenziale ha battuto più forte), alcuni rivi della val Varenna e a Pontedecimo sono in alcuni punti uscito dagli argini, provocando allagamenti.

Il Polcevera intorno all'ora di pranzo. Video

Allerta rossa, la Regione: «Una vera e propria tempesta, ma di breve durata»

«Precipitazioni diffuse, temporali forti, terreno saturo e livello dei orrenti già sopra l'ordinario ci hanno spinto a diramare un'allerta rossa - spiega Federico Grasso di Arpal - Il temporale di questa notte è stata una struttura temporalesca molto intensa che si è affacciato sul mare antistante l’estremo ponente intorno alle 2 di notte, toccato terra alle 3.30 a Imperia, e nel giro di tre ore è passato sino a Chiavari attraversando la costa con rovesci molto molto rapidi. Sono durati non più di 5-10 minuti, ma con un'intensità che avrebbe fatto registrare tra i 120 e i 140 millimetri di pioggia in un’ora».

Fondamentale, dunque, per lo stato del territorio già provato dalla scorsa settimana, che il temporale sia durato pochi minuti: «Abbiamo avuto un'intensità oraria intorno ai 42 mm, ma li ha fatti in 20 minuti - conferma ancora Grasso da Arpal - Conseguenza diretta, a Ceriale è uscito il rio San Rocco e ad Albenga il rio Fasceo, a Genova abbiamo avuto locali allagamenti e qualche disagio intorno alla zona dell’aeroporto Colombo, dove è stato sospeso a Genova il rifornimento di carburante allo scalo, ripreso dopo un’ora».

«Il temporale di stamattina è stato un prefrontale che aspettavamo ieri sera - aggiunge l'assessore regionale alla Protezione Civile, Giacomo Giampedrone - C'è stato un allungamento dei tempi perché il fronte è rimasto sulla Francia grazie allo scirocco, è arrivato tra le 4 e le 5 sulla Liguria partendo da ponente e sviluppandosi e ha avuto effetti al suolo molto importanti. È stata una tempesta vera e propria, ma il passaggio rapido ha contenuto le cumulate nei limiti. Nella mezz’ora in cui è passato ha fatto registarre 20-30 mm, risultati record, se si fosse fermato per un'ora avrebbe fatto danni gravissimi».

Allerta rossa a Genova, i danni: frane nel ponente, qualche allagamento e black-out

La conferma del fatto che i danni causati dal temporale, a Genova, non siano stati ingenti è arrivata anche dal consigliere comunale delegato alla Protezione Civile, Sergio Gambino: « Qualche allagamento in corso Torino e a Quinto, un albero è crollato in piazza Parenzo, ma tutto è rientrato in modo automatico». Più difficile invece la situazione dal punto di vista delle frane: «Sto andando a fare un sopralluogo in via Carpenara, chiusa per frana da domenica sera, per cercare di capire cosa fare per riaprire il prima possible la viabilità, visto che al momento San Carlo è parzialmente isolata».

Sempre domenica e per frane sono state evacuate 4 persone in via Rubens, a Vesima, mentre altre due persone sono state fatte allontanare in via Derca, a Fabbriche, per un’ostruzione del rio Canaletta: «Qui abbiamo registrato una frana molto estesa - ha detto Gambino - e per precauzione abbiamo deciso di far allontanare gli occupanti di due abitazioni che stanno a monte del fronte». Lunedì mattina, invece, i vigili del fuoco sono intervenuti sulla provinciale 19 a Lumarzo per la caduta di un albero che ha temporaneamente bloccato al carreggiata.

Il temporale ha causato anche diversi blackout, ma l'orario in cui si è verificato ha moderato i disagi. Le scuole, ricordiamo, restano chiuse a Genova e in tutti i Comuni interessati dall'allerta rossa, e nel capoluogo ligure l'amministrazione comunale ha già adottato tutti i provvedimenti previsti dal Coc.

Per quello che riguarda Genova, un guasto ai contatori elettrici ha provocato un incendio in via Casaregis con i vigili del fuoco che si sono precipitati sul posto per domarlo; pompieri che nella notte hanno dovuto effettuare anche decine di interventi principalmente per allagamenti e alberi caduti. Segnalazioni in crescita nelle prime ore della mattinata.

Allerta rossa a Genova: scuole chiuse, stop ai mercati

Come previsto in caso di allerta rossa, le scuole vengono tenute chiuse. Questo vale per Genova, ma anche, in provincia, per i Comuni che vanno da Recco e Sestri Levante, incluse val Fontanabuona e val D'Aveto, Leivi, Carasco e Cogorno, Moneglia.

Sempre a Genova il Comune ha adottato una serie di provvedimenti in via precauzionale, tra cui anche la chiusura di tutti i mercati all'aperto e anche di quelli al coperto, e dunque del mercato del Ferro, del Mercato Orientale, di quello di Terralba e di quello di via Isonzo. Tutti i mercati merci varie e occupazioni suolo pubblico sospese, ha confermato l'assessore al Commercio, Paola Bordilli.

Allerta rossa, le previsioni per le prossime ore

Il quadro previsionale, sottolineano da Arpal, al momento non è ancora definito. L'allerta rossa resta in vigore sino alle 15 di lunedì 21 ottobre, e non è escluso che nuovi temporali, in formazione all'altezza di Mentone, arrivino su Genova: «La perturbazione della nottata ha superato la città - e arrivata nell’entroterra genovese di levante si è attenuata, incavandosi nella valle sopra Chiavari e Rapallo - spiega Grasso - Lì ancora piove, anche se non con l'intensità di stamattina. Il territorio però è già saturo, abbiamo in quella zona tutti torrenti in salita, quindi restiamo sul chi va là. Ancora per qualche ora potrebbero partire temporali intensi, e se durano due ore nel posto sbagliato potrebbero causare gravi problemi».

«Il fronte vero e proprio, che non è carico come il prefronte, è ancora sulla Francia - conferma Giampedrone - A seconda dell'evoluzione dei venti potrebbe arrivare anche da noi, non con l'intensità di quello di stamattina ma con effetti al suolo più impattanti, proprio perché prolungati. Se il temporale di stamattina fosse durato 20 minuti in più avrebbe potuto devastare completamente il territorio: alle 5 sembrava l’apocalisse. Per cui stiamo valutando, restiamo in allerta sino a stasera e non è escluso si arrivi sino a domani mattina, magari con un altro grado. Non siamo ancora "fuori pericolo", alle 12.30 emetteremo un nuovo bollettino». 

Allerta rossa, i trasporti: treni, autostrade e aerei

Sul fronte dei trasporti, pochi disagi sulla rete autostradale della Liguria, dove si raccomanda comunque la massima prudenza per qualche allagamento. Pochi problemi anche sulla linea ferroviaria, esclusa la linea Savona-San Giuseppe di Cairo dove, a causa del maltempo il traffico è sospeso dalle 7.25 del mattino con i tecnici di Rfi al lavoro per risolvere i problemi.

Dal punto di vista della viabilità ordinaria, alle 8 la situazione era la seguente:

- Aurelia chiusa al traffico all'altezza del km 547,500, in località Pizzo di Arenzano

- Ponente (SP66 di Sciarborasca e SP78 di Lerca): strade tutte percorribili

- Valle Stura (compreso Val d'Orba: Strade tutte percorribili

- Alta Val Polcevera: strade tutte percorribili

- Bassa Val Polcevera: senso unico alternato sulla SP 51 di Livellato al km 2+100, sulla SP 52 al km 0+700 del Santuario di N.S. della Guardia e sulla SP 70 di Campora al km 7+100 per movimento franoso a valle. Tutte le altre strade percorribili.

- Valle Scrivia, val Trebbia, val Bisagno, val d'Aveto, val Graveglia e Sturla, val Fontanabuona, Golfo Paradiso, Tigullio e Levante (Moneglia): srade tutte percorribili.

Per quel che riguarda il traffico aereo, all'aeroporto "Cristoforo Colombo" di Genova in mattinata tutti i voli in partenza sono regolari, a eccezione del volo V7 1521 che partirà da Torino. I passeggeri sono stati accompagnati in Piemonte con un pullman. «Al momento - spiegano dall'aeroporto - non si possono escludere modifiche all'operatività dei voli nel corso della giornata, a seconda dell'evoluzione delle condizioni meteo. Raccomandiamo ai passeggeri in partenza di raggiungere l'aeroporto con il dovuto anticipo, evitando le zone a rischio esondazione e prediligendo i mezzi pubblici».

Alle prime luci dell'alba di oggi tutti gli utenti dell'app Moovit che si trovavano nell'area di Genova sono stati informati da una notifica push sulle variazioni al servizio del trasporto pubblico comunicate ufficialmente dall'Amt e pubblicate da GenovaToday in occasione dell'allerta rossa emessa dalla Regione Liguria.

La maggioranza degli utenti di Moovit che si trovavano nell'area coinvolta ha aperto la notifica, dimostrazione dell'efficacia di questo strumento in situazioni di allerta come quella che si è venuta a creare in Liguria in queste ore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Speciale Rai su De André, piovono le critiche e il figlio Cristiano "punge" gli autori

  • Accasciato sul volante, passante dà l'allarme ma è troppo tardi

  • Razzismo contro bimbo disabile sul bus: «Me lo potete togliere?»

  • Peggioramento in arrivo: l'allerta meteo diventa arancione

  • Allerta meteo, fulmine spegne la Lanterna. Neve e frane nell'entroterra

  • Incidente in fabbrica a Prà’, muore 26enne

Torna su
GenovaToday è in caricamento