Allerta arancione, risveglio con frane e strade allagate

L'avviso di medio livello per pioggia e temporali è scattato alle 6 di domenica mattina: numerosi i cedimenti del terreno zuppo e gli allagamenti

Continua a piovere sulla Liguria, e alla luce delle previsioni per le prossime ore la Protezione Civile regionale ha deciso di prorogare l’allerta meteo con diversi orari e modalità, nello specifico:

Zona A: allerta gialla prolungata sino alle 14 di lunedì 12 marzo

Zona B. allerta arancione prolungata sino alle 18 di domenica 11 marzo, poi gialla sino alle 14 di lunedì 12

Zona C: allerta arancione prolungata sino alle 18 di lunedì 12 marzo, poi gialla sino alla mezzanotte 

Zone D ed E: allerta gialla prolungata sino alle 14 di lunedì 12 marzo

La zona del genovesato e il Levante restano dunque i sorvegliati speciali per quanto riguarda l’intensità delle piogge che dovrebbero cadere nelle prossime ore: «Abbiamo emesso il nuovo bollettino, che porta il fronte della perturbazione in allungamento su B, C e altre zone della Liguria. Per quanto riguarda Genova restiamo in arancio sino alle 18 di oggi - ha confermato l’assessore regionale alla Protezione Civile, Giacomo Giampedrone - Invece sul Levante, siccome è lì che il fronte si sposterà, l’allerta resta arancio sino alle 18 di lunedì».

Scuole chiuse nel Levante

Atteso dunque un peggioramento su Levante, dove nelle scorse ore è piovuto meno rispetto a quanto previsto, ma dove pioverà di più nelle prossime ore. Per questo motivo è stata disposta la chiusura delle scuole a Santa Margherita Ligure, Rapallo, Sestri Levante, Moneglia, Casarza Ligure e Moconesi.

«I fiumi al momento sono tutti sotto controllo, ma abbiamo una strada interrotta in via Trensasco per frana, una strada per Fiorino, in via delle Fabbriche, con smottamenti, così come in via Bologna - ha spiegato il sindaco Bucci - Non prevediamo problemi per la partita, che dovrebbe giocarsi regolarmente alle 18 e a seconda del campo potrebbe iniziare con un po’ di ritardo, ma non è una decisione nostra».

Frane e smottamenti

L'avviso di allerta arancione, ricordiamo, era scattato alle 6 di domenica mattina su Genova e sul levante. La pioggia sul capoluogo ligure ha iniziato a però cadere in abbondanza già a partire dalla serata di sabato, causando forti disagi al traffico e provocando frane e cedimenti nelle zone in cui il terreno era già inzuppato dalle piogge precedenti. 

I Vigili del fuoco sono intervenuti in nottata a Busalla per la caduta di alcuni massi sulla statale dei Giovi, al km 22, all’altezza di salita del Giovetto. Le squadre hanno rimosso i massi ancora pericolanti e i carabinieri e i tecnici della provincia hanno transennato la zona restringendo la carreggiata per segnalare i detriti.

Altre frane si sono verificate in mattinata in via delle Fabbriche, sulle alture di Voltri, in via Trensasco, e ancora in via Macchi, a Sant’Eusebio, e in via Bologna, all’altezza dell’ex mercato: in questi casi le strade risultano aperte, e sul posto sono già intervenuti Vigili del fuoco e municipale.

Situazione più difficile invece a Serra Riccò, dove un cedimento ha costretto alla chiusura di via Carli, la strada che porta a San Cipriano, sino a via Valdastico. Sul posto i funzionari del Comune e i Vigili del fuoco. Il traffico, compreso quello della linea Amt 65, è interrotto.

A Torriglia, in val Trebbia, i residenti hanno visto le strade trasformarsi in veri e propri fiumi di acqua mista a fango e stanno monitorando la situazione sperando che la pioggia non causi cedimenti o frane.

Pegli, caprioli bloccati nel Varenna

Fiato sospeso a Pegli per il destino di alcuni caprioli sorpresi dalla piena del Varenna: sul posto sono intervenuti i volontari della Protezione Animale che hanno tentato di raggiungerli, insieme con i Vigili del fuoco. Gli animali, inizialmente fermi tra le due anse del fiume, sono riusciti a guadare e a portarsi sulla riva, riuscendo a mettersi in salvo.

Il canile del Monte Gazzo: «Box allagati»

Diversi problemi si sono registrati sulle alture di Sestri Ponente, al canile del Monte Gazzo, a causa della pioggia che continua a cadere da diverse ore:  «Il canile sta andando sott’acqua - fanno sapere gli operatori - I consiglieri comunali Maresca e Gambino si sono attivati e attendiamo gli uomini della Protezione Civile, ma i box dei cani sono già tutti allagati».

Viabilità

Per quanto riguarda la viabilità cittadina, il traffico risulta congestionato nelle zone in cui si sono verificate le frane, mentre in autostrada si segnalano allagamenti sull’A7 tra i caselli di Sampierdarena e Ovest, e sull’A10 tra Pra’, Aeroporto e Pegli. Traffico rallentato anche tra il bivio con l’A26 e Pegli per la pioggia. Chiusa anche l'Aurelia ad Arenzano, in zona Pizzo, così come previsto in casi di allerta arancione.

La pioggia ha causato problemi in città già nella serata di sabato: intorno alle 20 decine di automobilisti sono rimasti bloccati in Sopraelevata per quasi un’ora a causa di un “tappo” causato dalla pioggia e dagli accessi al Festival Irlandese, alla Fiera.

Giampedrone: «Pronti all’azione legale contro siti di previsioni allarmistiche»

A margine dell'aggiornamento meteo nella sede della Protezione Civile, l’assessore Giampedrone è intervenuto sulla polemica con alcuni siti di informazione meteo che in settimana avevano annunciato l’allerta rossa sulla Liguria: «Sulla vita delle persone e sulle allerte meteo che sono di diretta competenza regionale è vietato scherzare. In Liguria in particolar modo. Ci muoveremo legalmente per tutelare i cittadini e il nostro lavoro contro chi fa del terrorismo sul meteo».

Le modalità di allerta in Liguria

Ricordiamo che l'allerta per temporali, inizialmente prevista dalle 20 alla mezzanotte di sabato 10 marzo, è stata prorogata sino alle 20 di domenica 11 marzo, con le seguenti modalità:

  • Zona A: allerta gialla per tutti i bacini dalle 20 di sabato 10 alle 20 di domenica 11 marzo
  • Zona B (tutti i bacini): allerta gialla dalle 20 di sabato 10 alle 5,59 di domenica 11 marzo, poi arancione dalle 6 sino alle 16 di domenica e poi nuovamente gialla sino alle 20
  • Zona C (tutti i bacini): allerta gialla dalle 20 di sabato 10 alle 5,59 di domenica 11 marzo, poi arancione dalle 6 sino alle 20 di domenica e poi nuovamente gialla sino alle 23.25
  • Zone D ed E: allerta gialla per tutti i bacini dalle 20 di sabato 10 alle 20 di domenica 11 marzo

L'avviso è stato diramato da Arpal sulla base degli ultimi aggiornamenti meteo previsionali e diffusa dalla Protezione Civile regionale, tenendo conto dell'aggiornamento meteo effettuato nella mattinata di sabato.

Le zone della Liguria

La suddivisione del territorio regionale per zone di allertamento è la seguente:

A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa

B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno

C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla

D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida

E: Valle Scrivia, Val d'Aveto e Val Trebbia

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Restate a casa»: nel giorno più nero per i decessi, il San Martino pubblica il 'meme' con le bare e scoppia la polemica

  • Coronavirus e affitto: cosa succede per inquilino e proprietario

  • Coronavirus, 2 milioni di mascherine. Toti: «Saranno distribuite gratis tramite edicole, farmacie e volontari»

  • Coronavirus, lo studio del fisico: «A Genova morti 7-8 volte superiori ai dati ufficiali»

  • Invasione di formiche in casa: come combatterla con metodi naturali senza uscire di casa

  • Festa in casa tra ragazzi, per sfuggire al controllo minorenne rischia di precipitare dal balcone

Torna su
GenovaToday è in caricamento