Piogge e temporali, l'allerta passa ad arancione

Peggioramento in nottata: l'avviso sale di livello da Spotorno a Sarzana e nell'entroterra di Genova e levante sino alle 15 di domenica 28 ottobre

Passa ad arancione l'allerta sulla costa da Spotorno a Sarzana, Genova compresa, e nell'entroterra di Genova e del levante: a partire dalle 20 di sabato 27 e sino alle 15 di domenica 28 ottobre l'avviso sale di livello per temporali e piogge diffuse.

«Prevedevamo un peggioramento del meteo, e siamo ampiamente dentro al quadro che ci eravamo prefigurati. Questa ondata di maltempo è un evento lungo, ci aspettiamo un incremento delle precipitazioni - ha confermato l'assessore regioniale alla Protezione Civile, Giacomo Giampedrone, durante il previsto aggiornamento delle 12 - Manterremo alta l'attenzione, ovviamente, e ci aspettiamo un accennato miglioramento nel pomeriggio di domenica, ma la situazione è in continua evoluzione».

Gambino: «Massima attenzione in vista della notte»

Nel pomeriggio di sabato, parecchia preoccupazione ha suscitato la pioggia incessante su Genova, che in serata è aumentata d'intensità. Molti i timori nel vedere il torrente Bisagno, sino a ieri praticamente asciutto, salire di livello, ma dal Comune sono arrivate le rassicurazioni sul fatto che la sorveglianza è costante, e la raccomandazione ad adottare tutte le misure di autoprotezione (indicate sul sito del Comune).

«Siamo ampiamente lontani dai livelli di guardia per i torrenti genovesi - ha confermato il consigliere con delega alla Protezione Civile, Sergio Gambino, a Genova Today - Non ci sono state cumulate significative, la quantità di pioggia più alta registrata a Genova dalle 5 di stamattina è di 30 mm in un’ora. Ovvio che sui rivi più piccoli, come lo Sturla, tra le 4 e le 5 abbiamo raggiunto un picco di livello, ma nulla di allarmante. Nelle ultime due ore l’intensità è calata rispetto a prima e i livelli stanno scendendo, ma ci aspettiamo il passaggio di un fronte piuttosto intenso tra la mezzanotte e le prime ore del mattino, e staremo molto attenti monitorando attentamente il territorio».

Come previsto nei casi di allerta meteo arancione, sono state mobilitate 8 pattuglie per il monitoraggio rivi dei volontari di Protezione Civile, cui ne sono state aggiunte una sul Veilino, fissa, e un’altra fissa sulla parte a monte del ponte Morandi. Ci sono inoltre 4 pattuglie della polizia Locale che presidiano la zona rossa e sono pronte a chiudere i varchi in caso di necessità.

È stata disposta inoltre la chiusura e la messa in sicurezza di tutti i cantieri in alveo, del Museo civico di storia naturale “G. Doria” e della Loggia di piazza Banchi.

La metropolitana durante lo stato di allerta meteo idrologica arancione sarà in servizio sull’intera tratta Brin - Brignole. Resteranno chiusi, fino a cessata allerta arancione, i due accessi della stazione metro di Brignole di via Canevari, gli ascensori all’interno della stazione metro zona Canevari e gli ascensori da piazza Raggi a corso Montegrappa.

La stazione metro di Brignole sarà accessibile da piazza Raggi (Borgo Incrociati) e da piazza Verdi dai normali accessi. Per tutta la durata dell'allerta meteo arancione gli ascensori del sottopasso della stazione ferroviaria di Sestri Ponente, in via Puccini, e l’ascensore di Quezzi restano chiusi.

In allerta arancione tutti i possessori di tagliandi Blu Area A, B, C, R, T, esclusivamente nei casi in cui tali zone siano state opzionate come prima scelta (es. AL - CF - CG ecc.), nonché i possessori di tagliandi Blu Area FB e FC, hanno diritto a parcheggiare gratuitamente in tutte le zone Blu Area, a partire da 3 ore prima della decorrenza dell'allerta e fino alle ore 12 del giorno successivo della cessata allerta.

Il dettaglio dell'allerta

  • Zona A: allerta gialla dalle 13 di sabato 27 alle 23.59 di domenica 28 ottobre
  • Zona B: allerta gialla dalle 13 alle 20 di sabato 27, poi arancione sino alle 15 di domenica 28 ottobre, poi di nuovo gialla sino alle 23.59
  • Zona C: allerta gialla dalle 13 alle 20 di sabato 27, poi arancione sino alle 15 di domenica 28 ottobre, poi di nuovo gialla sino alle 23.59
  • Zona D: allerta gialla dalle 13 di sabato 27 alle 23.59 di domenica 28 ottobre, 
  • Zona E: allerta gialla dalle 13 alle 20 di sabato 27, poi arancione sino alle 15 di domenica 28 ottobre, poi di nuovo gialla sino alle 23.59

Allerta meteo, la situazione

Dalle 15 l’allerta è gialla in tutta la regione e su tutti i bacini, in attesa dello "scatto" ad arancione alle 20. Le piogge interessano in particolare il settore centrale e orientale della regione, meno quello di Ponente. La situazione più problematica nell'entroterra genovese, in particolare a Bargagli e Torriglia, dove anche a causa della saturazione del terreno molte strade risultano allagate da fiumi di acqua misti a fango e terriccio.

La pioggia ha iniziato a creare qualche problema al traffico genovese soltanto a partire dal primo pomeriggio, dopo una mattinata in cui il traffico si è rivelato tutto sommato regolare, anche nel quadrilatero "problematico" ponente.

Diversi comunque gli interventi dei vigili del fuoco per tombini saltati, e a Fontanegli si è dovuto intervenire anche per un rivo uscito dagli argini, ma nessuna situazione critica né allagamenti preoccupanti. Maggiore cautela è però consigliata soprattutto per chi si sposta in auto.

Zona rossa, fermi i rientri degli sfollati

Così come già annunciato, con qualsiasi tipo di allerta la zona rossa (quella su cui restano in bilico i due tronconi rimasti del ponte Morandi, e dove corre il Polcevera) viene immediatamente evacuata. Si fermano, così, le operazioni di recupero dei beni degli sfollati, iniziate il 19 ottobre e proseguite senza intoppi sino a oggi.

Troppo rischioso, però, accompagnare i cittadini all'interno dei palazzi a rischio sotto una pioggia battente: tutte le operazioni sono coordinate dai Vigili del fuoco, che insieme con Comune e Protezione Civile hanno stabilito di proseguire soltanto in condizioni meteo prive di criticità.

Polcevera sorvegliato speciale

Così come già accaduto nel corso dell'ultima allerta arancione, il Polcevera è a oggi quello maggiormente guardato a vista per la presenza dei detriti del ponte Morandi. La portata massima del torrente è stata ritarata al ribasso per avere maggior margine di intervento in caso di necessità, i lavori di smaltimento al suo interno sono stati interrotti e alcune pattuglie dedicate di Municipale e volontari Protezione Civile comunale si occuperanno di sorvegliarlo con costanza e attenzione.

Le previsioni

Sabato 27 ottobre: cielo coperto con piogge a carattere diffuso sul centro-Levante, a carattere sparso sul resto della regione. Possibili temporali localmente forti soprattutto in serata quando è attesa una generale intensificazione dei fenomeni. Venti da moderati a forti meridionali con raffiche di burrasca, in rotazione da Sud, Sud-Est e temporaneo calo. mare molto mosso con onda formata da Sud, Sud-Ovest, in aumento fino a localmente agitato. Piogge e rovesci con quantitativi elevati e intensità forti; possibili temporali forti, venti forti da Sud

Domenica 28 ottobre: precipitazioni diffuse e persistenti, anche di forte intensità, in temporanea e parziale attenuazione dalle ore centrali; valori cumulati elevati su tutte le zone. Possibili rovesci o temporali forti soprattutto al mattino, nuova intensificazione dei fenomeni dal pomeriggio/sera. Venti “rafficati” da sud-est sulla zona C al mattino, poi in calo; mareggiata sulle coste della zona C e mare localmente agitato su A e B.

Lunedì 29 ottobre: ancora piogge diffuse, con cumulate elevate su tutte le zone e precipitazioni anche forti; possibili forti temporali o rovesci, non si escludono fenomeni organizzati e persistenti. Venti in rinforzo da sud-est sino a forti e rafficati, mareggiate sulle coste.

Le zone di allerta della Liguria

A: lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa 
B: lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, val Polcevera e alta val Bisagno 
C: lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e valle Sturla 
D: valle Stura ed entroterra savonese fino alla val Bormida
E: valle Scrivia, val d’Aveto e val Trebbia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto in via Siffredi, muore 27enne

  • Tragico malore sul bus, muore 38enne

  • Scalinata Borghese restituita alla città: ecco com'è diventata

  • "Gelatina" di Genova è la migliore gelateria emergente d'Italia per Gambero Rosso

  • Schianto in via Siffredi, il giallo sulla morte di Burim

  • Addio a Giovanni Filocamo, è morto il "matematico curioso"

Torna su
GenovaToday è in caricamento