Allarme usura a Genova: la denuncia del cardinale Bagnasco

Più uomini che donne coloro che chiedono aiuto, e per la maggior parte italiani

A Genova cresce in maniera preoccupante il fenomeno dell'usura: a denunciarlo, niente meno che il cardinale Angelo Bagnasco durante il Te Deum, in occasione del suo discorso alla città.

A fine settembre, ha fatto sapere l'arcivescovo parlando dell'impegno della Chiesa contro la povertà, gli interventi erano 154 per un totale di 845mila euro, il 30% in più rispetto al 2018.

Nel 2019 sono state prese in carico dai 34 Centri d'Ascolto Vicariali più di 5mila persone con un sostegno economico pari a 1 milione e 300mila euro derivanti in gran parte dall'8 per mille.

Più uomini che donne coloro che chiedono aiuto, e per la maggior parte italiani: gli stranieri - secondo i dati della diocesi - non arrivano al 50%. Le richieste riguardano principalmente utenze e lavoro, e cure mediche per chi è in difficoltà. La Chiesa ha garantito 450mila pasti e messo a disposizione dei senzatetto quasi 300 posti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto Angela racconta Genova: ecco quando andrà in onda la puntata delle "Meraviglie"

  • Tragico schianto in via Siffredi, muore 27enne

  • Tragico malore sul bus, muore 38enne

  • Scalinata Borghese restituita alla città: ecco com'è diventata

  • "Gelatina" di Genova è la migliore gelateria emergente d'Italia per Gambero Rosso

  • Schianto in via Siffredi, il giallo sulla morte di Burim

Torna su
GenovaToday è in caricamento