Morto Alfredo Biondi, ex ministro della Giustizia: «Addio all'ultimo dei grandi liberali»

Morto nella notte a 91 anni lo storico leader del Partito liberale, tra gli esponenti di punta di Forza Italia

È morto nella notte a 91 anni Alfredo Biondi, storico leader del Partito liberale e poi tra gli esponenti di punta di Forza Italia.

Nato il 29 giugno del 1928, nato a Pisa ma genovese d’adozione, è stato vicepresidente della Camera e ministro della Giustizia del primo governo Berlusconi. Pisano di nascita, genovese d’adozione, Biondi è stato parlamentare dal 1968 al 1972 e poi dal 1979 al 2008, è stato anche ministro per le Oolitiche comunitarie (1982-1983) e per l’Ecologia (1983-1985).

Figura di spicco di Forza Italia, è stato tra i primi ad aderire al progetto politico di Silvio Berlusconi del Polo delle libertà, e dopo essere entrato in Parlamento nel 1994 è stato rieletto fino al 2008, passando al Senato nell’ultima legislatura. Biondi, tra i più noti penalisti italiani, è noto per avere difeso Gigliola Guerinoni, la “mantide di Cairo”, e per il decreto che porta il suo nome e che, durante l’esplosione dell’inchiesta Mani Pulite, interveniva cancellando la custodia cautela in carcere per il reato di corruzione, rendendo segreta l’informazione di garanzia fino all’atto di conclusione delle indagini.

A dare la notizia della morte di Biondi è stato il deputato Roberto Cassinelli: «Il vecchio leone ci ha lasciati - ha scritto su Facebook - Se ne va l'ultimo dei grandi liberali, il baluardo di una generazione che cambiò l'Italia strappandola alla dittatura e portandola sulla via della democrazia e del progresso sociale ed economico».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche il sindaco di Rapallo, Carlo Bagnasco, coordinatore regionale ligure di Forza Italia, ha espresso le sue condoglianze: «Un uomo eccezionale, avvocato di fama internazionale, una mente eccelsa e raffinata che ho avuto il privilegio di conoscere. Grazie ad Alfredo ho imparato l’a-b-c della politica e ho mosso i primi passi in questo mondo che così tanto mi affascina. Piango un amico ed un maestro, che la terra ti sia lieve caro Alfredo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in via Siffredi, muore ventenne

  • Schianto in moto a Nervi, muore ragazza di 18 anni

  • Sestri Levante: massacrato dal branco per un telefono cellulare

  • Meteo: la perturbazione cambia traiettoria, modificati gli orari dell'allerta

  • Schianto in via Siffredi: addio a Simone, seconda giovanissima vittima in due giorni

  • Sampierdarena, ubriachi devastano un locale e minacciano di morte il proprietario

Torna su
GenovaToday è in caricamento