Tripla aggressione col cane, identificato l'autore

Dopo quasi un mese di indagini la polizia è riuscita a dare un nome all'uomo, che ha ferito tre persone, insieme al suo cane, fra via di Prè e Caricamento. Il 43enne è stato segnalato all'autorità giudiziaria

Lo scorso 27 agosto con il suo cane si è reso protagonista di tre aggressioni nel centro storico nei confronti di altrettante persone, tutte medicate in ospedale per i morsi provocati dal cane. La polizia ha identificato e denunciato per minacce gravi e lesioni l'uomo, un 43enne di origini marocchine.

L'indagine è stata condotta dal commissariato Centro, dove le vittime hanno sporto denuncia nei giorni successivi consentendo di ricostruire quanto accaduto quel pomeriggio.

La ricostruzione dei fatti

La prima aggressione, in via di Pré alle 15.30, ha avuto come vittima un 43enne marocchino, morso alla coscia dal cane e medicato con una prognosi di 7 giorni. Un quanto d'ora dopo, nella medesima via, stessa sorte è toccata a un cittadino marocchino di 62 anni, anch'egli medicato con 10 giorni di prognosi poiché morso alla gamba.

L'ultima aggressione intorno alle 16 a bordo dell'autobus della linea 13, appena partito dal capolinea di via Turati. La vittima, un 58enne ecuadoriano, senza alcun motivo apparente è stato minacciato di morte e percosso violentemente al volto dal proprio aggressore, mentre il cane lo mordeva all'addome. La zuffa è proseguita in strada, dove l'ecuadoriano ha provato a inseguire il contendente, che è riuscito a dileguarsi nei vicoli del centro storico, fino all'intervento degli agenti delle volanti, che lo hanno soccorso. Anche per lui 7 giorni di prognosi per le ferite riportate. Quest'ultimo episodio è stato documentato da diversi passanti, che hanno fornito al commissariato le immagini dell'aggressore.

Identificato e denunciato

Determinante, per risalire all'identità del responsabile, la scoperta da parte degli investigatori di un profilo Facebook, che lo stesso aveva aperto costruendosi una falsa identità. Le amicizie, però, erano vere e in particolare è balzato all'occhio il nome di una donna conosciuta dai poliziotti per i suoi precedenti per detenzione e spaccio di stupefacenti.

La successiva verifica delle persone identificate in compagnia della donna durante i servizi di controllo del territorio ha consentito di risalire all'identità dell'aggressore, riconosciuto dalle due vittime di via di Pré e perfettamente corrispondente alle immagini dei filmati di via Turati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo, un cittadino marocchino di 43 anni pregiudicato, è stato segnalato all'autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Passano la notte insieme in albergo, al mattino sul conto di lei mancano 750 euro

  • Meteo: la perturbazione cambia traiettoria, modificati gli orari dell'allerta

  • A settembre su Sky la serie con Paola Cortellesi, ambientata a Genova

  • Ritrovato dopo otto anni un giovane scomparso da Roma

  • L'Amerigo Vespucci arriva a Genova

  • Nuovo ponte, Bucci: «Asfalto in arrivo da basso Piemonte non può stare 4 ore in coda»

Torna su
GenovaToday è in caricamento