Reagisce ad arresto e scaglia una panchina addosso ai carabinieri

Episodio di follia nella notte in via di Francia, dove un uomo tratto in arresto dai carabinieri ha prima dato un cazzotto al militare e poi ha reagito tirando una panchina e ferendoli

Genova – Vero e proprio gesto di follia a Sampierdarena, in via di Francia. Un uomo di 33 anni, ecuadoriano, non contento di aver dato un cazzotto a un carabiniere, ha proseguito la colluttazione tirando ai militari addirittura una panchina.

L’episodio è avvenuto tra la notte di sabato 22 e domenica 23 giugno. Non senza difficoltà i militari sono riusciti a bloccarlo, identificarlo e arrestarlo per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. I due carabinieri sono stati poi refertati in ospedale.

Si tratta del secondo episodio del genere in due giorni: nella notte tra venerdì 21 e sabato 22 infatti il custode di un bar del Porto Antico, richiedeva la presenza di una pattuglia dell’Arma, poiché  a dissidio con un cittadino straniero. Sul posto un equipaggio del Nucleo Radiomobile, individuava il soggetto, che  allo scopo di sottrarsi al controllo, si scagliava colpendo con calci e pugni i militari operanti, che lo bloccavano definitivamente dopo una violenta colluttazione.

Identificato in John Fernando R. O. ecuadoriano di 33 anni, è stato tratto in arresto per  “resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali aggravate”, nonché deferito in stato di libertà per “oltraggio a Pubblico Ufficiale”. Nell’occorso i militari riportavano lesioni giudicate guaribili 10 e 7 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra a casa tardi e litiga con la moglie, si scopre che era a spacciare

  • Temperature in picchiata, in Liguria arriva la prima neve

  • Sos freddo al parco canile Dogsville: come aiutare

  • Peggioramento in arrivo: l'allerta meteo diventa arancione

  • Razzismo contro bimbo disabile sul bus: «Me lo potete togliere?»

  • Allerta meteo, fulmine spegne la Lanterna. Neve e frane nell'entroterra

Torna su
GenovaToday è in caricamento