Tigullio: vietato sprecare l'acqua potabile, rischio razionamenti

Scattano oggi, martedì 28 agosto 2012, le prime limitazioni all'uso dell'acqua potabile nel Tigullio per scongiurare il rischio di una razionalizzazione nelle zone di Camogli, Chiavari, Portofino, Santa Margherita Ligure, Rapallo e Zoagli

Genova - Scattano oggi, martedì 28 agosto 2012, le prime limitazioni all'uso dell'acqua potabile nel Tigullio. Per scongiurare il rischio di una razionalizzazione, i sindaci di Camogli, Chiavari, Portofino, Santa Margherita Ligure, Rapallo e Zoagli hanno deciso per il temporaneo divieto a usare acqua potabile per innaffiare giardini privati, lavare auto e imbarcazioni, riempire o reintegrare piscine.

Negli ultimi 90 giorni sono caduti solo 32 millimetri di acqua piovana in Provincia di Genova. «Se perdurassero le criticità - si legge in una nota di Idrotigullio -, potranno essere deliberati interventi di razionamento notturno» che permetteranno «di mantenere un rifornimento adeguato di acqua durante le ore diurne e di scongiurare un'emergenza più grave con razionamenti più radicali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Intossicazione da monossido, morte madre e figlia

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • Operatori Socio Sanitari, ecco il bando per il "maxi concorso"

Torna su
GenovaToday è in caricamento