Crollo Ponte Morandi, indennizzi anche alle aziende della "zona verde"

Dopo i risarcimenti alle imprese della zona rossa, quella limitrofa al ponte, partono anche quelli per le attività più distanti perimetrate da Comune e Regione

Proseguono anche ad agosto i pagamenti per le imprese che hanno avuto dei danni in seguito al crollo del ponte Morandi.

Nei giorni scorsi il commissario delegato per l'emergenza, Giovanni Toti, ha avviato l'iter per il pagamento degli indennizzi a 48 aziende con sede nella zona verde, dopo aver già rimborsato le 116 imprese presenti nella zona rossa (quella limitrofa al ponte) la cui istruttoria è risultata idonea al risarcimento.

A oggi sonon 164 le imprese che hanno ricevuto un contributo a fronte del calo del fatturato in seguito alla tragedia del 14 agosto 2018. Proseguono inoltre anche i pagamenti per le indennità una tantum da 15mila euro a sostegno dei lavoratori autonomi. 

Negli uffici di Regione Liguria si esaminano tutte le domande pervenute fino al 20 giugno (termine massimo per la presentazione delle domande) e viene aggiornato l'elenco dei beneficiari con sempre più soggetti interessati: sono 256 i lavoratori risarciti e si andrà avanti fino al pagamento del numero totale delle domande presentate e ritenute idonee. in questi giorni, Toti sta utilizzando le risorse stanziate per il 2018 finalizzate al ristoro degli autotrasportatori che hanno dovuto affrontare spese maggiori per la percorrenza forzata di tratti autostradali o stradali aggiuntivi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli uffici regionali sono in contatto diretto sia con le aziende sia con le associazioni di categoria interessate che hanno presentato domanda, per eventuali integrazioni e modifiche in caso di errata compilazione così da poter procedere tempestivamente ai pagamenti relativi all'anno 2018 e poter avviare anche il ristoro degli anni 2019-2020, grazie ai nuovi finanziamenti concessi con decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti del 7 agosto scorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in via Siffredi, muore ventenne

  • Schianto in moto a Nervi, muore ragazza di 18 anni

  • Sestri Levante: massacrato dal branco per un telefono cellulare

  • Schianto in via Siffredi: addio a Simone, seconda giovanissima vittima in due giorni

  • La 'movida' violenta di Priaruggia, residente aggredito da ragazzini ubriachi

  • Sampierdarena, ubriachi devastano un locale e minacciano di morte il proprietario

Torna su
GenovaToday è in caricamento