Tisane da gustare fredde e calde: un must per l'autunno

Come si preparano e quali sono i gusti più adatti per gli infusi sia freddi sia caldi

Siamo ormai in autunno inoltrato ma il clima, a Genova, è ancora molto mite, e dunque si alternano le serate da trascorrere in maniche corte, in compagnia di un drink freddo, a quelle in cui l'aria è più fresca e allora diventa piacevole sorseggiare qualcosa di caldo, dopo cena, magari davanti alla tv.

E dunque, meglio privilegiare le bevande fredde o quelle calde? Una via di mezzo è rappresentata dalle tisane che si possono preparare in entrambi i modi: una pausa salutare che accompagna sia le serate più calde sia quelle in cui il fresco autunnale si fa sentire, da tenere pronto uso in frigo.

Perché scegliere una tisana

D'altronde, un infuso è preferibile a molte altre bevande poiché è totalmente naturale e priva di zucchero, a parte quello che metteremo noi nell'acqua assecondando nostri gusti. E, a seconda degli ingredienti, è anche salutare: ci sono tisane rilassanti, digestive, depurative, e così via.

Come preparare una tisana che può essere bevuta sia fredda sia calda

Sfatiamo un mito: se vogliamo bere una tisana fredda, lasciare la bustina nell'acqua fredda non basta, perché molte proprietà delle piante vengono rilasciate mediante infusione a caldo. Dunque il procedimento corretto è sempre quello di preparare una normale tisana calda, mettendola poi a raffreddare in frigorifero. Una volta fredda, può sempre essere riscaldata nuovamente, all'occorrenza, in un pentolino o nel forno a microonde, ma è consigliabile non lasciar passare troppo tempo tra la preparazione e il consumo, onde evitare che gli ingredienti perdano le loro potenzialità.

Una volta ottenuta la tisana, fredda o calda, possiamo anche scegliere di portarla con noi o di conservarla a temperatura ambiente: oggi thermos e borracce vanno molto di moda (a beneficio dell'ambiente) e si trovano in commercio di ogni forma e dimensione.

I gusti per una tisana che può essere bevuta sia fredda sia calda

Ovviamente non tutte le tisane sono buone, se bevute fredde: proviamo a immaginare una camomilla fredda, è difficile che possa piacere.

Esistono però in commercio bustine già pronte (o ingredienti singoli in erboristeria) che sono adatte per una bevanda anche fresca, e che ricordano gustosi succhi di frutta o cocktail, tra cui:

  • Frutti rossi
  • Frutti estivi (ananas, pesche, albicocche...)
  • Frutti tropicali
  • Rosa
  • Agrumi, magari aromatizzati con zenzero
  • Menta
  • Liquirizia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Scopre la morte della madre e si uccide gettandosi dal Monoblocco

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • Dal cibo all'allontanamento forzato: ecco perché non si possono aiutare le orche in porto

  • Alimenti scaduti nel frigo del supermercato, multa da diecimila euro

  • Orche in porto, interviene il Ministero: «Probabilmente sono malate»

Torna su
GenovaToday è in caricamento