Aziende » Professionisti » Ricerca scientifica »

Eugenio De Gregorio

  • di Eugenio De Gregorio
  • studio Psicologia

Contatti

Mappa
Via Paolo Giacometti · 8 · Genova · 16143 San Fruttuoso

Profilo professionale

A Genova, partecipo alle attività di due studi medici per i quali mi occupo di consulenza in psicologia dello sport sia di a livello dilettantistico-amatoriale, che ad alto livello. Nel primo caso, l'attività dello psicologo dello sport è finalizzata soprattutto alla promozione del benessere dei giovani atleti e al miglioramento del funzionamento dei gruppi sociali e dei contesti in cui essi sono inseriti.

Per gli atleti in carriera, i principali ambiti di attività riguardano l'incremento delle prestazioni degli atleti con un percorso di carriera consolidato, oltre a possibili interventi nelle attività di formazione, consulenza e sostegno anche per i livelli manageriali.

Obiettivo principale dello Psicologo nello sport è quello di sostenere, promuovere e indirizzare il benessere delle persone che praticano un'attività sportiva, unitamente ai valori sociali che si accompagnano a quelli sportivi. Il tutto senza dimenticare il miglioramento delle competenze e delle capacità tecniche, anzi completandoli dal punto di vista psicologico e socio-relazionale.

Per questo motivo, lo psicologo dello sport opera quasi sempre in concertazione con i tecnici e gli allenatori con l'obiettivo di armonizzare e ottimizzare il lavoro di tutte le figure coinvolte.

In tale ambito mi occupo di:

  • fornire supporto alla gestione dei fattori psicologici nello sport e nell'attività fisica a persone, gruppi e organizzazioni;
  • formulare e realizzare percorsi di preparazione psicologica per mezzo di strategie basate sulla gestione degli obiettivi (goal setting), allenamento ideomotorio, visualizzazioni, training autogeno, identificazione della zona individuale ottimale di funzionamento, pianificazione del pre-gara e della competizione, pensiero positivo, incremento delle abilità interpersonali e della coesione di gruppo, psicologia della decisione e del management sportivo, gestione delle emozioni, e altro;
  • formare/aggiornare allenatori e tecnici sportivi nell'ambito delle abilità psicologiche e relazionali richieste nella loro attività professionale;
  • coaching sportivo e consulenza organizzativa;
  • attività di team building, interventi sulla coesione, sulla leadership e tutti gli aspetti psicologico-sociali legati all'efficacia e all'efficienza dei gruppi sportivi.

Profilo scientifico

I miei interessi scientifici caratterizzano per una particolare vocazione metodologica, specificamente orientata alla ricerca di soluzioni tecniche, proposte di analisi e sperimentazioni di programmi informatici. Fin dal dottorato di ricerca (svolto nel triennio 2001-2004), questo interesse si è conciliato con un orientamento costruzionista allo studio dei processi psicologico-sociali, con una preferenza per le metodologie di tipo qualitativo e l'utilizzo di strumenti a basso livello di strutturazione (principalmente, interviste narrative e biografiche e focus group). Su questi argomenti ha prodotto una vasta attività editoriale, in particolare sul software ATLAS.ti.

La messa a punto di tecniche di rilevazione, trattamento e analisi delle informazioni di tipo qualitativo ha portato ad una estesa quantità di lavori e alla predisposizione della versione italiana del software MAXQDA, oltre a numerose pubblicazioni sui metodi narrativi e sull'utilizzo di ATLAS.ti. Recentemente, queste opzioni teorico-metodologiche si sono ampliate fino ad includere l'utilizzo di soluzioni mixed-blended methods, riflessioni teoriche ed epistemologiche e una continua sperimentazione di strategie innovative di trattamento e analisi.

Tali interessi di tipo metodologico sono stati tradotti in ampi programmi di ricerca e partecipazioni di rilevante interesse nazionale e internazionale in diverse aree della Psicologia sociale applicata ai contesti della giustizia (con particolare riferimento all'analisi dell'azione deviante e alla sua ricostruzione in termini di posizionamento narrativo) alla ricerca di comunità (con riferimento allo studio della responsabilità collettiva, del capitale sociale, dei rischi e delle risorse connessi alla qualità delle relazioni interpersonali e alle relazioni familiari), al mondo della formazione aziendale.

Lungo le direttrici tracciate da un'ottica psicologico-giuridica allo studio di processi sociali, ho contribuito alla riformulazione e alla sistematizzazione, all'interno di una cornice unitaria e coerente, di modelli teorici di matrice psicologica e psicologico-sociale, alla loro applicazione ai contesti reali di vita quotidiana, alla riflessione sui costrutti di etica, responsabilità individuali e collettive, capitale sociale. In quest'area, tuttora in pieno sviluppo e arricchita da rilevanti collaborazione con istituzioni pubbliche, ho prodotto una serie di lavori e ha partecipato a numerosi convegni.

Parallelamente agli interessi descritti in precedenza, ho cercato una continua sperimentazione di principi e tecniche di intervento e ricerca nel mondo organizzativo. Gli esiti di queste esperienza, che muovono dal versante della libera professione di Psicologo delle organizzazioni, sono riassunti in alcune pubblicazioni in cui è stato approfondita, in particolare, la messa a punto di definizioni teorico-empiriche del coaching organizzativo secondo una prospettiva psicologico-sociale.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Autovelox a Genova, le postazioni della settimana

  • «Autografo solo su cd acquistato, Fedez fa piangere un piccolo fan»

  • Ponte Morandi: il momento del crollo. Video

  • Anziana ruba pane e carne per fame: condannata a due mesi di carcere

Torna su
GenovaToday è in caricamento