Riscaldamento acceso fino a 18 ore, ordinanza del sindaco

Il Comune di Genova ha dato il via libera all'accensione dei termosifoni per un numero superiore di ore al giorno in vista dell'ondata di freddo in arrivo su Genova

Gli ultimi giorni di gennaio saranno interessati da intensi fenomeni meteo che porteranno a un sostanziale abbassamento delle temperature e a possibili fenomeni nevosi. In considerazione delle avverse condizioni climatiche, per garantire una temperatura confortevole all'interno delle abitazioni, è stata emessa un'ordinanza del sindaco che modifica l'orario di funzionamento degli impianti termici.

A partire dal 22 gennaio - e fino al 4 febbraio - sarà possibile tenere accesi gli impianti degli edifici situati all'interno del territorio comunale per un totale di 18 ore giornaliere a regime normale (temperature negli ambienti: 20° con 2° di tolleranza) e 6 ore a regime attenuato (temperature negli ambienti: 16° con 2° di tolleranza).

Il periodo di accensione a 'maggior potenza' passa quindi dalle attuali 12 ore a 18 ore, permettendo un più agevole raggiungimento e mantenimento di temperature adeguate.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Inchiesta Morandi, nominato nuovo traduttore per la "super perizia" svizzera

  • Cronaca

    Aggressione al banchetto della Lega a Molassana, quattro denunciati

  • Attualità

    Nuovo distaccamento dei Vigili del fuoco nel levante genovese

  • Cronaca

    Minacciano pizzaiolo per un debito di droga non saldato, tre spacciatori in manette

I più letti della settimana

  • Investita in via Cantore, è grave; si cercano testimoni

  • Multe sotto casa, scende Bucci e i vigili vanno via

  • Operazione 'Bocca di Rosa', quattro arresti per sfruttamento della prostituzione

  • Processionarie avvistate in città, attenzione a cani e bambini

  • Maglioni e sciarpe per i senzatetto, a Sestri Ponente spunta il muro della gentilezza

  • Sturla: auto blocca bus, morsi e spintoni ai due vigili che chiedono la rimozione

Torna su
GenovaToday è in caricamento