Valle Christi: Epas alla ricerca di presenza anomale fra le rovine

I ricercatori di Epas (European Paranormal Activity Society) pronti a sbarcare in Liguria, precisamente a San Massimo di Rapallo (Genova), in cerca di presenze anomale all’interno del monastero di Valle Christi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

L'associazione Epas effettuerà una rivalutazione storico culturale seguita da una ricerca di eventuali anomalie innaturali non spiegabili scientificamente presso il Comune di Rapallo nel Monastero di Valle Christi i giorni 17 sul 18 novembre 2018 con l'autorizzazione del sindaco, dell'amministrazione comunale e delle autorità competenti.

I ricercatori di Epas (European Paranormal Activity Society) pronti a sbarcare in Liguria, precisamente a San Massimo di Rapallo (Genova), in cerca di presenze anomale all’interno del monastero di Valle Christi. All’indagine, che si svolgerà la notte tra il 17 e il 18 novembre prossimi, prenderanno parte membri del direttivo Nazionale e dei distaccamenti dell'associazione delle provincie di Piacenza, Monza – Brianza e La Spezia. Situati tra le colline che abbracciano Rapallo, a meno di tre chilometri dal lungomare, i ruderi del Monastero e dell'Abbazia di Valle Christi costituiscono uno degli scenari più pittoreschi della città. L'antico monastero è oggi il suggestivo scenario notturno per spettacoli teatrali e musicali di gran pregio che si tengono all'interno di un cartellone di eventi organizzato dalle associazioni del luogo, allo scopo di valorizzare questo monumento. Stesso scopo che si pone anche Epas.

I ricercatori, infatti, dopo aver condotto le indagini, confezionano veri e propri documentari, successivamente caricati sui canali Facebook e Youtube dell’associazione. Documentari solitamente divisi in due parti: una di queste mostra i momenti salienti del sopralluogo e le eventuali tracce anomale e paranormali riscontrate, l’altra illustra la struttura oggetto dell’indagine, raccontandola sotto il profilo storico e artistico. Epas è presente in tutto il mondo, con migliaia di follower sui propri canali social: è facile immaginare la carica promozionale che questi video possono sprigionare.

L'intento non è spettacolarizzare, lucrare o inventare nuove storie o racconti fantasiosi di un luogo ma rivalorizzarlo sensibilizzando le persone a riscoprirne il fascino e la carica storico culturale di cui è intriso. L’associazione E.P.A.S. è nato da un idea del Presidente Internazionale MARESCA Massimiliano coadiuvato dal vice presidente Giuseppe Ferrara sono un gruppo di Ricerca del mistero a 360°, di rivalutazione storico culturale di luoghi e leggende che tenta di sfatare quel velo di ignoranza e falsità sull’ignoto e sul paranormale, serio e professionale e non Ghost hunter, Ghostbusters, esoteristi o occultisti.

Torna su
GenovaToday è in caricamento