Valle Stura, accolte le richieste degli studenti: orario della corriera modificato

Partenza anticipata di un quarto d'ora per consentire agli studenti di arrivare in orario nelle scuole genovesi

Un bell’esempio di collaborazione tra istituzioni e azienda pubblica è quello andato in scena, nei giorni scorsi, sul servizio di trasporto pubblico dalla Valle Stura.

In seguito delle ripetute sollecitazioni provenienti dal territorio, per poter fornire una risposta puntuale e veloce agli studenti della zona, l'assessore regionale Ilaria Cavo aveva esposto ad Atp Esercizio la situazione di criticità riguardante la mobilità scolastica verso gli Istituti secondari di secondo grado di Genova (Sestri Ponente, Sampierdarena e centro), chiedendo di prevedere  una corsa in partenza da Masone anticipata che si fermi a Voltri o a Sestri Ponente ma che prosegua verso il centro per permettere a tutti gli studenti di arrivare a scuola in orario.

Un’esigenza che è diventata ancora più impellente a seguito dell’impossibilità per i mezzi di Atp di percorrere la A26. La richiesta è stata soddisfatta, come spiega Andrea Geminiani, direttore operativo di Atp Esercizio che ha tenuto i collegamenti con l’assessorato: «Da lunedì anticiperemo la partenza della corriera delle 6.40 di un quarto d’ora. Dunque il mezzo partirà da Masone alle 6.25 e arriverà al terminal “Zaninetta” di Genova Brignole». Sempre da lunedì finirà per la valle Stura il periodo emergenziale e la contemporanea gratuità del servizio.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto in via Siffredi, muore 27enne

  • Tragico malore sul bus, muore 38enne

  • Scalinata Borghese restituita alla città: ecco com'è diventata

  • "Gelatina" di Genova è la migliore gelateria emergente d'Italia per Gambero Rosso

  • Schianto in via Siffredi, il giallo sulla morte di Burim

  • Addio a Giovanni Filocamo, è morto il "matematico curioso"

Torna su
GenovaToday è in caricamento