Speciale Rai su De André, piovono le critiche e il figlio Cristiano "punge" gli autori

Ha fatto molto discutere i genovesi, soprattutto sui social, la prima puntata del programma Rai "Una storia da cantare", dedicata a Faber, tra falsi storici e gaffe sembra essere stato un vero e proprio flop

Ha fatto molto discutere i genovesi, soprattutto sui social, la prima puntata del programma Rai "Una storia da cantare", dedicata a Fabrizio De André. La trasmissione, presentata da Enrico Ruggeri e Bianca Guaccero, ricorda in ogni puntata un cantautore italiano che non c'è più con i tributi di diversi cantanti. Tra falsi storici e gaffe, però, la puntata dedicata a Faber sembra essere stato un vero e proprio flop, almeno secondo i genovesi che l'hanno commentata sui social tempestandola di critiche.

Sul palco sono saliti diversi artisti oltre all'immancabile Dori Ghezzi, da Massimo Ranieri a Ornella Vanoni, passando per Nek, Anastasio, Morgan, Paola Turci, Loredana Bertè Lino Guanciale, The André, Elena Sofia Ricci e Willy Peyote. Non c'era, invece, il figlio Cristiano De André, che in un post su Facebook ha spiegato, non senza polemiche, le ragioni della sua assenza: «Mi avevano invitato a partecipare allo speciale in onda su mio padre e sarei andato volentieri a cantare “La Canzone del Padre" e sarebbe stato anche un bel momento, perché è una delle canzoni per me, oltre che per motivi personali, simbolo del disco e del tour “Storia di un Impiegato" che sto portando in giro con grande successo da circa un anno nei più grandi teatri Italiani. Non hanno però voluto, volevano che ne facessi un’altra. Tendenzialmente mi va sempre meno di sentirmi dire cosa devo fare o cosa è meglio che io faccia, poi quando non so per cosa o per chi. Cosi ho preferito seguirlo da casa. Saluto comunque e ringrazio tutti gli artisti e colleghi che hanno partecipato e mando un salutino con la manina anche agli autori di Rai Uno».

Tra i momenti più imbarazzanti della serata la gaffe di Ornella Vanoni che, non rendendosi conto di essere in onda, si è arrabbiata con i tecnici perché non riusciva a leggere il testo di "Bocca di Rosa". Tra gli artisti saliti sal palco i più apprezzati sono stati i musicisti della Pfm, band che collaborò anche con Fabrizio De André. Buone, infine, le performance di Massimo Ranieri e Morgan, molto apprezzate da genovesi e non.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Scopre la morte della madre e si uccide gettandosi dal Monoblocco

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • Dal cibo all'allontanamento forzato: ecco perché non si possono aiutare le orche in porto

  • Alimenti scaduti nel frigo del supermercato, multa da diecimila euro

  • Orche in porto, interviene il Ministero: «Probabilmente sono malate»

Torna su
GenovaToday è in caricamento