Corriere, aumentano le corse nelle vallate e a levante: i nuovi orari

In vista del completo ritorno alla normalità per la metà di giugno saranno effettuate modifiche al servizio su alcune linee a partire da lunedì 25 maggio 2020

Come previsto da lunedì 25 maggio 2020, il servizio di atp Esercizio si rafforza ancora arrivando a raggiungere l’85 % dell’orario ordinario. In vista del completo ritorno alla normalità per la metà di giugno, saranno effettuate modifiche al servizio su alcune linee.

Nel Genovesato i passeggeri avranno nuovamente la linea 36 e 36C giornaliera per quanto riguarda il comune di Campomorone (destinazioni San Martino di Paravanico e Pietralavezzara) e Ceranesi (Gaiazza e Sareto); il servizio sarà a prenotazione "chiama il bus" da lunedì a venerdì. Reintegrata la linea 35 giornaliera  per quanto riguarda il comune di Serra Riccò (destinazioni Serra Valleregia e Casella) sempre con servizio sarà a prenotazione "chiama il bus" da lunedì a venerdì.  Nuovamente in funzione anche le  linee 37, 37P e 37C  per  il comune di Sant’Olcese. Torna la linea giornaliera per Livellato.

Nel Tigullio vengono ripristinate in toto le linee urbane circolari 3, 13 e 31 (Chiavari-Lavagna-Carasco-Calvari-Conscenti). Ripristinata la linea 7 tra Rapallo e Santa Margherita, e viene reintegrata con cadenza giornaliera la linea 82 da Santa Margherita a Portofino, considerata a ragione la linea più turistica: previste 26 corse giornaliere tra andata e ritorno dal lunedì alla domenica compresa. Nel Golfo paradiso, reintegrata la linea di Sori e il bus frazionale tra Recco e Testana.

Tra Tigullio e provincia della Spezia tornano la linea 50 per  Varese ligure e la 52 per Carro; le linee 43, 47 e 48  per Deiva, Framura, Levanto e Bonassola.  Nell’Aveto torna invecela linea 11 di Santo Stefano.

Gli orari sono pubblicati sul sito di Atp Esercizio e negli allegati in fondo a questo articolo. «Si tratta di un graduale ritorno alla normalità, tarando  il servizio con le nuove esigenze di mobilità considerando anche i recenti limiti di portata dei mezzi, imposti nel rispetto del distanziamento sociale - puntualizza Andrea Geminiani, coordinatore generale di Atp - siamo molto soddisfatti del sistema di Bus a Chiamata, tanto che abbiamo deciso di mantenerlo anche per il futuro».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutto il personale solitamente dedicato al contrasto all'evasione sarà tenuto a monitorare i livelli di carico per poter intervenire, nel caso in tempi brevi. Ovviamente resta l’invito a seguire il sito aziendale o chiamare il numero 0185/373323, mentre per il Chiamabus resta il numero verde: 800499999. Sempre dal 25 darà ulteriormente incrementato il servizio di sanificazione dei mezzi.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'uomo più anziano della Liguria compie 108 anni

  • Come distinguere una vipera, e cosa fare in caso di morso

  • Doppio tampone negativo, torna in Rsa e contagia 29 persone

  • Coronavirus, Gimbe: «Contagio non è sotto controllo in Liguria, Lombardia e Piemonte»

  • Lutto all'Acquario di Genova, morto il delfino Teide

  • Trovato senza vita Andrea Calabrese, era scomparso da una settimana

Torna su
GenovaToday è in caricamento