"Il Parco del Ponte": un concorso internazionale per la riqualificazione della Valpolcevera

Si tratta del più importante concorso di progettazione mai bandito dal Comune di Genova, finalizzato a ridisegnare e ripensare un pezzo di città insieme a un'importante opera pubblica connotata da spazi verdi, piazze, aree sportive, percorsi ciclabili e pedonali

Il Comune di Genova a seguito del crollo del Ponte Morandi ha deciso di intraprendere un processo di rigenerazione urbana che non si limiterà alla sola ricostruzione del manufatto distrutto, ma che sia in grado di riqualificare in modo significativo la parte di città colpita dall’evento. Lo strumento che è stato individuato per raggiungere questo scopo è il concorso di progettazione “Il parco del ponte” bandito dal Comune di Genova in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Genova ed il Consiglio Nazionale degli Architetti (CNAPPC).

Lunedì 13 maggio alle ore 16,30 il concorso verrà presentato ufficialmente presso la sede dell’Ordine degli Architetti in piazza San Matteo 18. L’evento si rivolge sia agli architetti, sia ai professionisti interessati a formare gruppi di progetto multidisciplinari per presentare entro il 10 giugno la propria proposta ideativa al primo grado del concorso. L’appuntamento è aperto a tutti coloro che vorranno conoscere i contenuti del concorso, comprese le linee guida alla progettazione predisposte dagli uffici di Urban Lab del Comune di Genova.

L’obiettivo che si è posto il Comune, attraverso un’intensa attività dell’Assessorato all’Urbanistica con gli uffici di Urban Lab, è stato quello di ridare dignità ad una parte della città di Genova che negli ultimi decenni è stata trascurata dal punto di vista qualitativo. Un nuovo ponte pertanto, ma soprattutto un nuovo pezzo di città più vivibile, più flessibile e multifunzionale  per tutti i cittadini genovesi.

Si tratta del più importante concorso di progettazione mai bandito dal Comune di Genova, finalizzato a ridisegnare e ripensare un pezzo di città attraverso un progetto urbano (masterplan), ed un'importante e simbolica opera pubblica connotata da spazi verdi, piazze, aree sportive, percorsi ciclabili e pedonali di dimensione notevole e di grande attrattività e vitalità per la città intera.

Il concorso “Il parco del ponte” rappresenta sia una delle risposte più concrete alla ricostruzione e rigenerazione sostenibile di una porzione della Valpolcevera, sia un approccio innovativo per ottenere diversi punti di vista su temi progettuali complessi, rifacendosi ai bandi individuati come i migliori dagli architetti italiani, tra quelli previsti all’interno del Codice degli appalti. Rappresenta altresì una modalità di scelta democratica, aperta e trasparente, che valorizza i progetti e le competenze dei vari gruppi di lavoro per affidare un importante incarico di progettazione con premi e rimborsi spese per 180mila euro ed incarichi successivi per oltre 400mila euro.

La pubblicazione del concorso è anche frutto dell’intenso lavoro svolto dall’Ordine degli Architetti di Genova che, attraverso le commissioni Concorsi ed Urbanistica ed insieme al Consiglio Nazionale degli Architetti, ha collaborato attivamente con il Comune e l’assessorato all’Urbanistica nell’individuazione delle linee guida e dei principi ispiratori e, successivamente, nella predisposizione dei documenti amministrativi e tecnici del bando.

Inoltre, sulla base di un protocollo di intesa in via di sottoscrizione con il Comune, Consiglio Nazionale degli Architetti e Ordine di Genova hanno stanziato rispettivamente 100mila euro per il finanziamento dei premi del concorso e 10mila per il sostegno alle spese di una giuria internazionale e qualificata.

I gruppi di progetto nazionali ed internazionali possono raccogliere l’importante sfida del concorso e presentare le proprie “visioni” entro il 10 giugno attraverso la piattaforma online www.concorsiawn.it/ilparcodelponte.

Potrebbe interessarti

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Fabrizio De André: «Da dove viene la nostalgia che tutti noi abbiamo di Genova?»

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

I più letti della settimana

  • Lanciano monetine al concerto di Salmo, il rapper: «Ci stiamo divertendo, chi è che ha pagato il biglietto per disturbare?»

  • Schianto in moto in Francia, muore centauro genovese

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

Torna su
GenovaToday è in caricamento