Università, via alle richieste per le borse di studio per il nuovo anno accademico

Da lunedì 2 luglio è possibile sottoporre domanda per ottenere agevolazioni economiche. Novità di quest'anno, l'innalzamento delle soglie reddituali

È stato pubblicato oggi, lunedì 2 luglio,  il bando di concorso per le domande di borse di studio per gli studenti che frequenteranno l’Università degli studi di Genova nell’anno accademico 2018/2019: a partire da oggi gli studenti universitari dell’ateneo genovese e delle istituzioni per l’alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM) potranno dunque fare domanda online attraverso il sito di Alfa e, in caso di vittoria, ottenere una borsa di studio in servizi (alloggio e la ristorazione)  ed economica. 

Novità importante del nuovo anno accademico è l’innalzamento dei limiti reddituali per fare la domanda: rispetto allo scorso anno, la soglia di accesso alle borse è stata innalzata da 20.000 a 23.000 euro, dando così la possibilità a un maggior numero di studenti di poter accedere ai servizi del diritto allo studio universitario. La soglia dell’Isee è fissata a 50.000 euro, il massimo previsto dalla normativa nazionale.

Le borse andranno da un minimo di 974 euro, più un pasto gratuito al giorno per chi ha un reddito Isee compreso tra 16.667,01 e i 23.000 euro ed è uno studente residente nel Comune di Genova, fino ad un massimo di 5.175 euro per chi ha un reddito fino a 13.336 euro ed è uno studente fuori sede. Inoltre, i vincitori della borsa di studio non dovranno pagare la tassa regionale per il diritto allo studio e i contributi universitari per la frequenza. Approvate inoltre anche le disposizioni per la ristorazione universitaria, che lascia invariati i costi per lo studente, che può pranzare nelle mense universitarie al prezzo massimo di 5 euro (6 euro per le mense a gestione indiretta).

Nell’anno accademico 2017/2018, la Regione ha erogato attraverso Alfa oltre 8 milioni di euro che hanno permesso a 3145 studenti meritevoli e privi di mezzo di frequentare l’Università di Genova: «L’innalzamento delle soglie reddituali è un’azione che è in linea con quanto fatto quest’anno per le borse di studio scolastiche e che siamo sicuri permetterà a tanti giovani di affrontare gli studi presso l’Università di Genova e gli Afam della Liguria - ha detto l’assessore all’istruzione e Università, Ilaria Cavo - un atto importante per i ragazzi e le ragazze che potranno così contare su un aiuto concreto per studiare in Liguria».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre a partire da lunedì è attivo anche un call center (numero verde 840848038) che seguirà i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,00, il martedì e mercoledì anche dalle 14,30 alle 16,30. Gli studenti che si iscriveranno al primo anno potranno fare la domanda a partire dal 27 agosto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Passano la notte insieme in albergo, al mattino sul conto di lei mancano 750 euro

  • Meteo: la perturbazione cambia traiettoria, modificati gli orari dell'allerta

  • A settembre su Sky la serie con Paola Cortellesi, ambientata a Genova

  • Ritrovato dopo otto anni un giovane scomparso da Roma

  • L'Amerigo Vespucci arriva a Genova

  • Nuovo ponte, Bucci: «Asfalto in arrivo da basso Piemonte non può stare 4 ore in coda»

Torna su
GenovaToday è in caricamento