Bandiere Blu, il Codacons presenta un esposto sulle assegnazioni

L'associazione di tutela dei consumatori chiede che sia aperta un'indagine sui criteri di assegnazione del riconoscimento alle località balneari per fare chiarezza su eventuali irregolarità

Chiarezza sull’assegnazione delle Bandiere Blu: è quanto chiede il Codacons in un esposto presentato nelle regioni italiane in cui si trovano i 27 Comuni premiati nel 2017, Liguria compresa, dove il documento è arrivato sui tavoli delle procure di Genova, Savona, Imperia, e La Spezia, oltre che su quelli dell’Anac e all’Antitrust.

Al centro dei sospetti dell’associazione di tutela dei consumatori, i rapporti economici, seppur indiretti, esistenti tra i Comuni cui viene rilasciata la Bandiera Blu e la Fee (Foundation for Environmental Education), che ogni anno promuove le località virtuose.

«Sembrerebbe emergere una prassi in cui vi sono dei rapporti economici tra  Comuni e FeeE Italia – scrive il Codacons nell’esposto - Da un lato la procedura di attribuzione della Bandiera Blu è gratuita, dall'altro sembrerebbero esservi dei costi a carico dei Comuni per erogare corsi di formazione, tramite Fee Italia, alle scuole dei Comuni interessati. Qualora le procedure di attribuzione delle Bandiere fossero sorte sul presupposto – certamente indiretto e non diretto - di un accordo/convenzione o altra forma di fondamento contrattuale con il Comune, è indubbio che si debba procedere a far chiarezza circa le procedure amministrative che hanno determinato sia l'accordo di sponsorizzazione e pubblicità che la stessa realizzazione della procedura di valutazione delle acque».

Nell’esposto l’associazione sottolinea in particolare alcuni casi anomali come quello di Sellia Marina in Calabria, località che ha ricevuto quest’anno la Bandiera Blu ma che è al centro di denunce per il grave stato di inquinamento del mare. Il Codacons punta il dito contro l’influenza che la certificazione ha sui turisti quando si tratta di scegliere la località di vacanza, e chiede alle procure competenti, all’Anac e all’Antitrust di aprire un’indagine per accertare che le procedure di rilascio seguano criteri di correttezza.

«Chiediamo l’apertura di un’istruttoria finalizzata ad accertare la correttezza, sotto un profilo tecnico e giuridico, delle procedura di assegnazione dei riconoscimenti alla balneazione - si legge nell’esposto - e un accertamento circa l’esistenza di rapporti giuridico-economici, anche non direttamente riconducibili (ad esempio procedure per acquisto bandiere o costi sostenuto per assegnare corsi in tema di tutela ambiente nelle scuole), ma comunque influenti, per il procedimento di rilascio dei riconoscimenti Bandiera Blu».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’elenco delle Bandiere Blu in Liguria

In Liguria quest’anno sono state assegnate 27 Bandiere Blu ad altrettante località balneari, confermando la regione, per il secondo anno di fila, come quella con al più alta percentuale di riconoscimenti d’Italia: eccole nel dettaglio

  • In provincia di Imperia: Bordighera (Capo Sant'Ampelio Zona Ovest e Capo Sant’Ampelio Zona Est), Taggia (Arma di Taggia), Santo Stefano al Mare (Baia Azzurra, Il Vascello), e San Lorenzo al Mare (U Nostromu - Prima Punta, Baia delle Vele).
  • In provincia di Savona:  Ceriale (Litorale), Borghetto Santo Spirito (Litorale), Loano (Spiaggia Levante Porto, Spiaggia di Ponente), Pietra Ligure (Ponente), Finale Ligure (Spiaggia di Malpasso-Baia dei Saraceni, Finalmarina, Finalpia, Spiaggia del Porto, Varigotti, Castelletto San Donato), Noli (Capo Noli-Zona Vittoria-Zona Anita-Chiariventi), Spotorno (Lido), Bergeggi (Il Faro, Villaggio del Sole), Savona (Fornaci), Albissola Marina (Lido), Albisola Superiore (Lido), Celle Ligure (Levante e Ponente) e Varazze (Arrestra, Ponente Teiro, Levante Teiro, Piani D'Invrea).
  • In provincia di Genova: Camogli (Spiaggia Camogli Centro – Levante, San Fruttuoso), Santa Margherita Ligure (Scogliera Pagana, Punta Pedale, Paraggi, Zona Milite Ignoto), Chiavari (Zona Gli Scogli), Lavagna (Lungomare) e Moneglia (Centrale/La Secca/Levante).
  • In Provincia della Spezia: Framura (Fornaci), Bonassola (lato est e lato ovest),  Levanto (Ghiararo, Spiaggia Est La Pietra), Lerici (Venere Azzurra, Lido, San Giorgio, Eco del Mare, Fiascherino, Baia Blu, Colombo) e Ameglia (Fiumaretta). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in via Siffredi, muore ventenne

  • Schianto in moto a Nervi, muore ragazza di 18 anni

  • Sestri Levante: massacrato dal branco per un telefono cellulare

  • Schianto in via Siffredi: addio a Simone, seconda giovanissima vittima in due giorni

  • La 'movida' violenta di Priaruggia, residente aggredito da ragazzini ubriachi

  • Sampierdarena, ubriachi devastano un locale e minacciano di morte il proprietario

Torna su
GenovaToday è in caricamento