Dal Comune un "baby-kit" per tutti i nuovi nati del 2019

L'iniziativa è stata sviluppata dall'Agenzia per la Famiglia, e prevede una sorta di "corredo" che viene regalato ai neo genitori per le prime esigenze dei bambini

Al momento sono 4mila, ma la speranza è che nel corso dell’anno nascano più bambini del previsto e ne vadano ordinati altri. Nel frattempo, i “baby kit” preparati dal Comune sono pronti per essere consegnati a tutti i neo genitori che nel 2019 hanno dato il benvenuto a un bambino e che faranno richiesta attraverso il sito.

L’iniziativa è firmata dall’Agenzia per la Famiglia, che ha coinvolto 11 aziende e attività specializzate nei prodotti per l’infanzia per confezionare una sorta di “corredo” composto da ciuccio, bavaglino, salviette, creme e lozioni che verrà consegnato a tutte le famiglie residenti a Genova come dono da parte del Comune.

Salviette, ciuccio e biberon: dal Comune un "baby kit" per tutti i nuovi nati | Video

Un’iniziativa diffusa già da anni nei paesi scandinavi, dove a ogni neomamma viene consegnata una “baby box” che contiene tutti i prodotti di prima necessità per accudire un bambino, scatola compresa visto che si trasforma anche in culla in caso di bisogno: un’idea che è piaciuta molto al sindaco Marco Bucci (che ha firmato una lettera inserita in ogni kit) e alla sua giunta, e che gli assessori Francesca Fassio e Pietro Piciocchi hanno sviluppato insieme con Simonetta Saveri, responsabile dell’Agenzia comunale per la Famiglia.

«Il “baby kit” è un pensiero di ringraziamento alle famiglie residenti e un segno di speranza per guardare con fiducia al futuro - ha detto Saveri - Per ora ne abbiamo fatti preparare 4mila, ma speriamo ci sia più richiesta grazie a nuove nascite. Nel 2017 sono stati 3672 i bambini nati a Genova, e speriamo che il numero quest’anno aumenti».

Come richiedere il baby kit

Il baby kit può essere richiesto da tutti i neo genitori residenti a Genova inviando una mail all’indirizzo agenziaperlafamiglia@comune.genova.it: sarà l’Agenzia a registrare la domanda e a fornire poi indicazioni su come ritirarlo (di base nella sede dei Municipi di residenza) a partire dall’11 febbraio, Le domande possono comunque già essere inviate.

«Vogliamo che Genova si trasformi in una città di giovani e per giovani, e non di anziani - ha detto l’assessore Piciocchi - Per questo motivo abbiamo voluto manifestare la nostra vicinanza alle famiglie con un regalo da parte del Comune. Stiamo lavorando inoltre anche ad altre idee: in alcuni Comuni italiani ai neo genitori viene regalato un braccialetto che lancia un allarme nel caso in cui un adulto si allontani dall’auto lasciando un bambino all’interno: un modo intelligente per prevenire tragedie di cui purtroppo spesso si legge, e che contiamo di riuscire a fare anche a Genova».

Potrebbe interessarti

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

  • Cannelli di zolfo: un antico rimedio naturale "made in Liguria" contro il torcicollo

  • I genovesi sono davvero tirchi? Tre barzellette per scherzare su questa "leggenda metropolitana"

  • Dialetto curioso: cos'è la "ca do diao"? E la "ca da pèsta"?

I più letti della settimana

  • Tragedia a Sampierdarena, 19enne muore cadendo nella tromba delle scale

  • Cade dalla finestra e precipita su nonna e nipote: tragedia a Castelletto

  • Schianto in A7: muore 19enne, gravissimi due amici

  • In Lungomare Canepa apre "Belin", il bar "autogrill" tutto genovese

  • Tragedia sul Monte Bianco: muore vigile del fuoco genovese, gravissimo collega

  • «Ti ricordi di me?», poi spara all'ex moglie e la uccide. Caccia all'uomo

Torna su
GenovaToday è in caricamento